Lungo lo Stivale per far vincere la solidarietà

la statua di Garibaldi nel villino Garibaldi a via Libertà (ora villa Falcone Morvillo)

(Redazione) Un viaggio cominciato a Marsala domenica 18 agosto scorso ha per destinazione Genova sabato 31 agosto: a farlo, in forma di staffetta, è gruppo di runner dilettanti. Viasat, eccellenza europea nel settore dei sistemi di sicurezza satellitare presente in tutto il mondo, è main sponsor dell’iniziativa #CIMETTIAMOLEGAMBE, organizzata da La Diagonale Challenge. Non è una gara, non ci sono classifiche, neanche premiazioni: un’impresa di circa 3mila chilometri che toccherà la capitale della Sicilia, Catanzaro, Matera, Napoli l’Aquila, Assisi, Perugia, Ravenna, Venezia, Treviso, Milano e Torino a senza fermarsi mai (gli atleti correranno 24 ore su 24, dandosi il cambio), compiendo, idealmente, il percorso a ritroso dei garibaldini, i patrioti con la divisa rossa che unirono l’Italia: l’arrivo è, infatti, previsto alla Stele dei Mille a Quarto di Genova.

Unica condizione per partecipare: fare un’offerta per raccogliere fondi da donare a persone in difficoltà. Nella fattispecie l’obiettivo è promuovere l’acquisto di protesi sportive altamente tecnologiche per atleti amputati.

La tecnologia giocherà un ruolo importante per il successo e la sicurezza dell’evento: Viasat è il partner tecnologico dell’iniziativa avendo dotando i due camper al seguito dei runner di moderni sistemi telematici satellitari per assicurare il massimo della protezione e dell’assistenza a tutti i partecipanti. Sui mezzi sono, infatti, installati due dispositivi sosCall 2.2 che, oltre a garantire la sicurezza con il pulsante di emergenza collegato in viva voce con la Centrale Operativa Viasat H24, forniscono informazioni preventive vocali, in tempo reale, circa la rischiosità geo-referenziata delle diverse direttrici stradali. Sono monitorati una serie di fattori, come le condizioni ambientali e meteorologiche, le strade pericolose (Red Point) e le tratte ad alto rischio incidenti (Black Point ANIA/Viasat). Una mappa geo-localizzata del rischio che è stata resa possibile, grazie alla quantità di dati storici aggregati e accumulati da Viasat ed elaborati nella nostra piattaforma di big data.

A tutto questo si è aggiunta anche la possibilità di seguire il live tracking della corsa al link dove è possibile vedere l’itinerario previsto e l’esatta posizione in quel momento dei corridori, grazie alla localizzazione dei mezzi di supporto. All’organizzazione, agli autisti dei camper e agli atleti che copriranno tutto il percorso, per facilitare il viaggio, è stata fornita anche l’applicazione per smartphone Viasat appS, in modo da poter contare, sempre e ovunque, sull’assistenza immediata H24 della Centrale Operativa Viasat in caso di necessità.

È per noi motivo di orgoglio aderire a questa iniziativa di così alto valore sportivo e di solidarietà – è il commento di Domenico Petrone, presidente di Viasat Group – Viasat ogni giorno si mette al servizio delle persone in mobilità con i propri sistemi di sicurezza, protezione e assistenza, basati su tecnologie satellitari e IoT. Siamo contenti di sostenere questa bella iniziativa con la nostra tecnologia e contribuire a un progetto di solidarietà di grande valore umano e sociale”.

Siamo fortunati, possiamo correre e possiamo vivere un’avventura come questa – spiega Armando Cosentino, tra i promotori dell’iniziativa – Grazie all’aiuto di sponsor generosi come Viasat, abbiamo coperto tutte le spese per organizzare La Diagonale. Aiutare chi non ha le gambe a correre è un piacere in più che si aggiunge al nostro viaggio di 3000 km nel paese più bello del mondo. I fondi raccolti saranno destinati al progetto dell’ing. Daniele Bonacini per costruire protesi da corsa da regalare a chi ne ha bisogno: il primo risultato lo abbiamo già raggiunto!”.

 

vedi anche

Sport e inclusione al Centro Commerciale Conca d’Oro

Una campagna contro l’illegalità stradale durerà due anni

 

 

Lascia un commento