Lotta alle dipendenze nella lezione di Don Vincenzo Sorce, fondatore di Casa Famiglia Rosetta

Padre Vincenzo Sorce (foto YouTube)

(Sergio Scialabba) Addio a Don Vincenzo Sorce. La camera ardente è stata allestita nella parrocchia Immacolata di Serradifalco. Nato nel 1944, il sacerdote aveva insegnato per trent’anni nella facoltà Teologica di Sicilia, ma il suo nome si lega soprattutto all’associazione Casa Famiglia Rosetta e alla sua straordinaria attività. Egli la fondò negli anni Ottanta insieme con un gruppo di collaboratori. Da allora, nel segno di Cristo, è arrivata fino alla fine del mondo per soccorrere i deboli e i sofferenti, impegnandosi nel recupero dei tossicodipendenti e nel contrasto al disagio sociale, dando risposte agli emarginati, ai portatori di handicap. Oggi questa attività si estende anche all’alcolismo, al gioco d’azzardo, alla videodipendenza, al disagio familiare, psichico, all’autolesionismo.  Ai suoi familiari e collaboratori è andato anche il pensiero affettuoso e di vicinanza del sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

Lascia un commento