L’Italia del food negli Emirati

ph Bozhin Karaivanov on Unsplash

L’Italia del food è sbarcata negli Emirati Arabi Uniti guidata dal Ministro dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste On. Francesco Lollobrigida insieme al neo presidente di Agenzia Ice Matteo Zoppas.

A Gulfood 2023, manifestazione fieristica del settore alimentare la più importante della regione del Golfo e del Vicino Oriente, sono presenti da oggi 180 aziende italiane di settore, alcune delle quali partecipano con i loro prodotti alle attività di promozione realizzate da Agenzia Ice.

Obiettivo: proporre l’eccellenza agroalimentare in un mercato in crescita vorticosa – a novembre l’export su base annua ha segnato un + 46 per cento con valore record di 381 milioni di euro –  che assorbe dal mondo più del 90 per cento del suo fabbisogno di prodotti alimentari.

Agenzia Ice ha organizzato presso la fiera l’Italian Food Lab, inaugurato anch’esso dal Ministro Lollobrigida e dal presidente Zoppas, un’area che ospita masterclass sull’eccellenza dell’autentico Made in Italy e cooking show anche con chef stellati.

In programma anche l’avvio di una settimana di promozione Ice del food italiano presso catene Gdo locali.

L’obiettivo è promuovere l’immagine del made in Italy, facilitando i contatti commerciali con gli operatori locali e quindi incrementando le opportunità di business per le aziende italiane.

Gulfood con i suoi 5000 espositori è diventato ormai un evento di rilievo globale ed occasione per confermare la centralità del ruolo dell’Italia per il settore agroalimentare”, ha commentato il Presidente dell’Agenzia Ice Matteo Zoppas.

“Con la seconda posizione per numero di espositori, circa 200, il nostro Paese gioca un ruolo importante a questa esposizione.

Negli Emirati Arabi Uniti il nostro export agroalimentare ha registrato una crescita del 46 per cento nel 2022, con un giro di affari che sfiora i 400 mln di euro. I nostri imprenditori confermano una grande vocazione all’esportazione affermandosi per riconosciuta capacità di aprire nuovi mercati.

Lo strumento delle filiere, per la cui utilità si è’ speso anche il Ministro dell’Agricoltura, Sovranità Alimentare e delle Foreste Francesco Lollobrigida che ha inaugurato il Padiglione Italia, facilita l’esportazione soprattutto per le piccole e medie imprese.

I nostri imprenditori ed i loro marchi di successo si confermano ottimi ambasciatori del Made in Italy nel mondo”. (Redazione)

vedi

All’Ice confronto su aerospaziale

Commercio estero riparte nel 2023