Libr(a)i custodi della memoria

ph Jessica F on Unsplash

(Sergio Scialabba) Mercoledi 19 giugno, alle 17, nella Biblioteca Centrale della Regione Siciliana “Alberto Bombace” non si parlerà di libri ma di librai: il loro ruolo, al tempo del digitale, cambia e cresce di importanza per quello che il libro, come strumento di trasmissione di valori, cultura, tradizioni e sentimento, seguita a rappresentare.

Occasione per affrontare questi temi da una diversa prospettiva la presentazione del logo ufficiale dei Librai del Cassaro alla quale interverranno S. Alaimo, F. Di Ganci, T. Portinaio, S. Vaccaro Notte e M. Zacco accompagnati dalla Presidente dell’Associazione Cassaro Alto G. Analdi. Ospite l’artista creatore del logo E. Alotta. Porterà i saluti il direttore della Biblioteca C. Pastena.

Definiti come i custodi della memoria per la loro vocazione nel proporre alla clientela libri antichi non più in commercio e, quindi, di difficile reperibilità, i librai aderenti all’Associazione Cassaro Alto sono stati eletti come i rappresentanti attuali della tradizione editoriale, tipografica e delle librerie che il Cassaro annovera e, per questi motivi, nel 2016 è nata La Via dei Librai, manifestazione dedicata al libro che è giunta quest’anno alla IV edizione riscontrando grande successo.

La collaborazione che, nel frattempo, si è creata tra i librai dell’associazione e che ha dato vita al progetto delle Botteghe Letterarieoccasioni di lettura presentate davanti le proprie librerie durante la bella stagione. Da qui l’idea di creare un logo che le identificasse e le  rappresentasse tutte insieme, nato, poi, dalla mano esperta di Emanuele Alotta, disegnatore e fumettista, il quale ha saputo tradurre in disegno quello che, in origine, avevano pensato i librai.

Lascia un commento