L’esperienza di giornalista embedded: incontro a Messina

La presentazione del libro Soldati di Pace molto voluta dall’Aniomrid

Si è tenuta in un gremito Salone degli Specchi della città metropolitana di Messina la presentazione del libro Soldati di pace del giornalista Vincenzo Rubano, voluta dall’A.N.I.O.M.R.I.D. ( Ass. nazionale Insigniti dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e Decorati) e patrocinata dal Comune di Messina, dalla Città Metropolitana di Messina e dall’U.N.M.S. ( Unione Nazionale Mutilati per Servizio).

All’incontro, moderato dalla Donor dell’esercito italiano e Vicepresidente nazionale ANIOMRID avv. Silvana Paratore, hanno preso la parola la dirigente alla cultura della città metropolitana di Messina avv. Anna Maria Tripodo e la dott.ssa Rosaria Landro, responsabile della Biblioteca Giovanni Pascoli e de Il Maggio dei Libri.

La XIV edizione dell’iniziativa è giunta a conclusione dopo un ricco programma che ha coinvolto in questo mese, in modo capillare, enti locali, scuole, biblioteche, editori, associazioni culturali e tanti diversi soggetti pubblici e privati.

Il Presidente Nazionale UNMS dr. Antonino Mondello ha ricordato l’ incontro con l’autore e il rapporto con l’ambasciatore italiano in Congo Luca Attanasio di cui si mantiene viva la memoria.

“Ricordo che, durante le missioni in cui l’ho avuto come giornalista embedded, il dott. Rubano si è distinto subito per stile, correttezza e professionalità. Tutte caratteristiche che trasmettono serenità ad un portavoce, soprattutto quando il giornalista è di spessore.

Il suo libro non è viziato da influenze  diverse dalla volontà di raccontare le attività ed i sentimenti con cui vengono affrontate“: queste le parole scritte nella missiva del Col. Angelo Vesto già Portavoce del contingente militare italiano in Afghanistan nel 2016, assente per motivi improcrastinabili.

Intenso e a tratti commovente il video mandato in onda dal giornalista inviato di Mediaset Vincenzo Rubano riportante immagini, e spezzoni di reportage e servizi realizzati in missioni militari in Kosovo, Libano ed Afganistan.

Coltivate le vostre passioni con entusiasmo, studiate per essere donne e uomini liberi, ha ribadito con forza, ai giovani presenti, il giornalista della Mediaset che collabora dal 2012 con il programma televisivo Striscia La Notizie con Vittorio Brumotti.

Ci sono soldati che non rinunciano a donare un sorriso ai bambini e alle categorie più deboli portando pace e legalità in zona ad alto rischio dell’Afghanistan” ha sottolineato Rubano, che ha espresso il suo orgoglio di essere italiano nella sua esperienza di giornalista embedded.

Gli ideali forti di appartenenza alla Nazione ed il senso di servizio alla giustizia e alla pace caratterizzano le storie dei soldati impegnati nelle missioni militari” ha sottolineato il Sostituto procuratore generale di Caltanissetta dr. Gaetano Bono, intervenendo all’incontro.

Testimonianze, quelle contenute nel libro di Rubano – ha proseguito Bono – da cui emerge l’ importanza dell’impegno dei nostri soldati a costruire la pace”.

Il giornalista Vincenzo Rubano ha ricordato l’esperienza di tantissimi militari italiani impegnati nel mondo per far ritornare la pace: “Esistono soldati che distruggono e soldati che costruiscono” ha dichiarato: gli Italiani appartengono alla categoria che costruiscono: scuole, ospedali, ponti ecc. ecc.

Presenti all’incontro gli studenti delle classi 2° BT  e 3°AT dell’Istituto di istruzione superiore A.M.Jaci accompagnati dai docenti Scuderi Roberta, Cardile Lucia, Concetta Lanzafame, che hanno dialogato con l’ autore ponendo domande e curiosità. 

Tra le autorità militari presenti il direttore del Dipartimento Militare di Medicina legale di Messina Col. Antonio Badalamenti;  Il Ten Col. Domenico Oppedisano del 5° Reggimento Fanteria Aosta, in rappresentanza del Generale di Brigata Maurizio Taffuri, comandante della Brigata Meccanizzata Aosta, assente per concomitanti impegni precedentemente assunti.

Ancora, il Ten. Col. Angelo Lo Giudice, Comandante del 6° Reparto Comando e Supporti Tattici Aosta ed il sottufficiale di corpo lgt Bartolo Maurizio; Il responsabile dell’Ispettorato Ripartimentale Foreste di Messina, nonché commissario straordinario del Parco dei Nebrodi Giovanni Cavallaro; il Gen. Giuseppe Briguglio Pres. Ass. Nazionale Ufficiali in Congedo; Giovanni Capodivento già Capo Teleposto dell’Aeronautica Militare di Messina. (Redazione)

vedi

A Messina si presenta Soldati di Pace (Guida Editori)