Leroy Merlin Italia aderisce a M’illumino di Meno

ph Kari Shea on Unsplash

In occasione della Giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, celebrata ogni anno il 16 febbraio, Leroy Merlin Italia aderisce all’iniziativa M’illumino di Meno, la campagna di sensibilizzazione sulla riduzione dei consumi energetici ideata dalla trasmissione Caterpillar di Rai Radio 2.

Tutti i 53 punti vendita presenti in Italia e gli 8 showroom spegneranno simbolicamente le loro insegne luminose alle 18.00 di venerdì 16 febbraio 2024.

Il settore in cui operiamo fa di noi l’anello di congiunzione tra la filiera produttiva e i consumatori finali – ha dichiarato Barbara Casartelli, Positive Impact Leader di Leroy Merlin Italia – Pertanto, la nostra responsabilità è anche quella di educare e sensibilizzare i nostri stakeholder, dai fornitori ai consumatori, e rafforzare le loro conoscenze e competenze per un consumo responsabile.

Questo ci permette di diffondere buone pratiche volte a ridurre i consumi energetici.  L’adesione a M’illumino di Meno ha un valore simbolico. Siamo ben consapevoli che non basta spegnere le insegne per qualche ora per risolvere i gravi problemi di consumo energetico. Ma aderiamo con entusiasmo perché condividiamo la mission che ne sta alla base, e lo dimostriamo quotidianamente”.

L’impegno dell’azienda emerge da piani di sviluppo articolati e da azioni solo apparentemente semplici. Tutti i punti vendita in Italia sono dotati di sistemi crepuscolari e sensori di presenza sia negli uffici che nelle toilette, al fine di regolare i consumi energetici legati all’illuminazione degli spazi. Grazie alle numerose iniziative di efficientamento energetico effettuate durante gli anni, Leroy Merlin ha ottenuto la certificazione energetica per 42 negozi, di cui 9 sono risultati essere in classe A.

Recentemente l’azienda multispecialista ha evoluto ancora di più il suo approccio alla sostenibilità, in linea con l’obiettivo di gruppo.

Tra i vari impegni, Leroy Merlin ha definito un piano di installazione di pannelli fotovoltaici sui tetti dei suoi negozi (attualmente su 22 negozi e 2 poli logistici) e di utilizzo di energia elettrica rinnovabile (circa il 99 per cento), attestata da Certificati di Garanzia d’Origine.

Inoltre, presso i negozi di Roma – La Romanina, Palermo – Brancaccio e Torino – Giulio Cesare sono anche presenti degli impianti di solare termico utilizzati per la produzione di acqua calda.

Importanti sono anche le attività che si inseriscono nell’impegno per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione. Il gruppo Adeo ha, infatti, definito la propria traiettoria: ridurre del 50 per cento le proprie emissioni entro il 2035 rispetto al 2021 e raggiungere la neutralità climatica entro il 2050.

Consapevole dell’importanza di un coinvolgimento più ampio per raggiungere l’obiettivo comune, Leroy Merlin si sta attivando anche per allargare l’impegno e la consapevolezza a fornitori e clienti.

Siamo consapevoli che l’adozione di scelte di consumo responsabili richieda un impegno costante e profuso nel tempo, proprio come per la costruzione e manutenzione di una casa – conclude CasartelliPertanto, lavoriamo ogni giorno per offrire ai nostri Clienti delle alternative in grado di garantire la tutela dell’ambiente che li circonda. Inoltre, promuoviamo delle iniziative di sensibilizzazione nei confronti dei nostri Clienti e dei Cittadini, per fare in modo che il consumo responsabile entri a far parte degli stili di vita di tutti”. (Redazione)

vedi

Leroy Merlin al Cep rilancia il welfare di comunità