Leone celebre, come quelli dell’omonima piazza

un particolare della Porta dei Leoni in piazza Leoni

Piazza Leoni, con i suoi eleganti condomini, e con l’antica Porta dei Leoni, è un luogo molto amato della capitale. La porta fu edificata nel 1799, contemporaneamente alla Real Tenuta della Favorita, il parco  del quale è sempre stato il varco principale.

Permette l’accesso, anche se non è l’unico, alla più grande e amata area verde della città. Mai pienamente valorizzata, eppure piena di fascino e di mistero, solcata da viali che uniscono la città a Mondello. In qualche modo suggerisce, con il suo attraversamento, il godimento della spiaggia più popolare tra i palermitani.

La porta è costruita in pietra calcarea e lo stile è tipicamente neoclassico. Il nome deriva, in modo inequivoco, dalle decorazioni a forma leonina che si trovano ai lati della porta stessa. Tra gli altri leoni celebri che popolano la capitale della Sicilia merita una citazione quello in bronzo, sormontato dall’allegoria della Tragedia, realizzato dallo scultore Benedetto Civiletti che si trova all’ingresso del Teatro Massimo Vittorio Emanuele. (Redazione)

 

 

 

Lascia un commento