L’elisir di giovinezza? Poco zucchero e molto sale (inglese)

Rw Studios on Unsplash

Forse non tutte sanno che il sale di Epsom è un ottimo alleato per la salute e la bellezza di pelle e capelli (lo si apprende collegandosi a questo link).

Il sale inglese, noto anche come sale di Epsom, dal nome della cittadina britannica in cui fu estratto dall’ebollizione dell’acqua, ha principalmente effetti detox

Il sale di Epsom non è solo benefico per la salute, poichè serve a eliminare le tossine in eccesso e a depurare l’organismo. Infatti, se aggiunto allo shampoo serve a ridurre la produzione eccessiva di sebo, rinforzando e migliorando la salute del cuoio capelluto e dei capelli, rendendoli più forti e lucenti. Se aggiunto in una piccola dose in un recipiente d’acqua calda, combatte invece la secchezza della pelle, e questo capita spesso durante i mesi dell’anno più freddi.

A differenza del sale (considerato con riguardo al suo uso esterno) lo zucchero, se consumato in dosi eccessive, non è un buon alleato di chi tiene ad avere una pelle sana, tonica e luminosa. Attraverso un processo chimico chiamato glicazione, esso è uno dei principali responsabili del processo di invecchiamento della pelle. 

Proprio per questa ragione in cosmetica sono state adesso lanciate linee di produzione specifiche contenenti un principio attivo in grado di contrastare questo processo, aiutando le cellule della pelle a rimanere giovani o facendo ringiovanire quelle invecchiate.

Chi avrebbe mai detto che l’elisir dell’eterna giovinezza fosse così semplice? Poco zucchero e molto sale, preferibilmente inglese. (Redazione

 

vedi pure

L’estate 2020 ha l’asso nella manica

 

 

 

Lascia un commento