Legalità e cultura dell’etica: 16 studenti siciliani premiati

Il Palazzo Reale

(Redazione) Sedici sono i giovani siciliani premiati a Roma lo scorso 29 marzo, con una solenne cerimonia svoltasi presso la Biblioteca Nazionale, alla presenza del premio Nobel per la Pace Abdelaziz Essid e del Generale in Congedo dell’Arma dei Carabinieri già comandante del Ris di Parma Luciano Garofano.

Gli studenti siciliani (universitari, studenti di istituti superiori e scuole medie) si sono qualificati fra oltre duemila concorrenti provenienti da tutte le regioni, nel Concorso nazionale patrocinato da tutti i Distretti italiani del Rotary International per la “Legalità e Cultura dell’Etica”.  Il tema scelto per l’anno è “Il rispetto della persona, con l’educazione ai valori ed ai sentimenti, come contrasto alla violenza e alla violazione dei diritti umani”. Nella consapevolezza che non si può agire per la legalità prescindendo dalla cultura dell’etica, il Rotary ha rivolto la propria azione verso le nuove generazioni.

I giovani concorrenti hanno partecipato, attraverso elaborati scritti, cortometraggi, scatti fotografici o manifesti. 

Alcuni hanno privilegiato le problematiche inerenti le migrazioni e l’integrazione culturale; altri la violenza di genere o endofamiliare; altri si sono occupati delle restrizioni della libertà in applicazione della pena; altri ancora si sono soffermati sul ruolo della educazione e della cultura per il rispetto dei diritti altrui.

Il 5 aprile, presso la Sala Mattarella del Palazzo Reale, si svolgerà la cerimonia di chiusura presieduta dal Governatore del Rotary Distretto 2110 Giombattista Sallemi che ha siglato a maggio un protocollo d’intesa con la Regione Siciliana. Parteciperanno i giovani vincitori, l’avvocato penalista Gioacchino Genchi già poliziotto e consulente della Procura, la Signora Lidia Vivoli testimone e vittima di violenza di genere.

Lascia un commento