Lega del Filo d’Oro arruola

ph Clay Banks on Unsplash

La Fondazione Lega del Filo d’Oro Onlus aderisce all’edizione 2022 del Servizio Civile Universale e lo fa con 2 nuovi progetti che hanno l’obiettivo di far vivere un’esperienza di solidarietà accanto alle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali.

In Sicilia l’Ente ricerca complessivamente 6 volontari: 4 da inserire presso il Centro Sanitario di Riabilitazione Residenziale di Termini Imerese a supporto del progetto Insieme oltre il buio e il silenzio e 2 presso il Servizio Territoriale annesso al Centro, a supporto del progetto Noi nel mondo.

Un’esperienza che permetterà ai ragazzi e alle ragazze che ne prenderanno parte di dedicare un anno alla propria formazione e alle comunità in cui vivono, supportando gli operatori della Fondazione nelle attività educative, occupazionali, socio-ricreative e di vita quotidiana rivolte alle persone con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale.

Anche quest’anno la Lega del Filo d’Oro ha presentato i propri progetti in partnership con la Fondazione Don Carlo Gnocchi e la Fondazione Sacra Famiglia, che rientrano nel programma 2+2=5 il valore aggiunto sei tu! costituito da 21 progetti, per un totale di 392 posti disponibili, tutti approvati e finanziati dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale.

In particolare, i due progetti presentati dalla Fondazione Lega del Filo d’Oro Onlus sono Insieme oltre il buio e il silenzio e Noi nel mondo che, a Termini Imerese, consentiranno a 6 giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni compiuti di entrare nel mondo della Fondazione, mettendo a frutto la propria energia e la propria voglia di fare per sostenere chi non vede e non sente.

Nello specifico, per il progetto Insieme oltre il buio e il silenzio il ruolo degli operatori volontari consisterà nel supportare il personale e i volontari dell’Ente a promuovere il benessere psicofisico delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali ospiti dei Centri Residenziali attraverso il potenziamento delle attività che favoriscono una maggiore autonomia e indipendenza (attività educative per la gestione della quotidianità e di laboratori occupazionali), socialità (attività ludiche e ricreative e uscite) e benessere fisico (attività di fitness).

Nel secondo progetto Noi nel mondo, i volontari selezionati affiancheranno il personale e i volontari dell’Ente nell’organizzazione, realizzazione e potenziamento di tutte quelle attività che favoriscono la partecipazione alla vita sociale delle persone con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale che vivono da sole o con la propria famiglia, Il Servizio Civile ha una durata pari a 12 mesi, con un impegno previsto di 25 ore settimanali. Gli operatori volontari percepiranno un assegno mensile di 444,30 euro.

La domanda di partecipazione potrà essere inviata entro e non oltre le ore 14:00 del 26 gennaio 2022 attraverso la piattaforma Domanda on Line (Dol) raggiungibile tramite Pc, tablet e smartphone dove, mediante un semplice sistema di ricerca con filtri, è possibile scegliere il progetto per il quale candidarsi. Ulteriori approfondimenti anche qui.

Un filo prezioso che unisce le persone sordocieche con il mondo esterno: è questo il concetto che dal 1964 ha ispirato sia il nome che l’attività della Lega del Filo d’Oro, fino a renderla il più importante punto di riferimento in Italia per l’assistenza, l’educazione, la riabilitazione, il recupero e la valorizzazione delle potenzialità residue e il sostegno alla ricerca della maggiore autonomia possibile delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali.

E a quel filo aureo della buona amicizia – che per la fondatrice Sabina Santilli ha rappresentato il valore basilare dello spirito visionario dell’Ente, da sempre animato dal coraggio di vedere e ascoltare “oltre” ciò che è possibile, al fine di rendere la propria missione sostenibile e replicabile nel futuro – si ispira anche il concept della nuova campagna di comunicazione della Fondazione, dal titolo È l’amore che ci lega.

Un importante e simbolico trait d’union, che grazie all’impegno e al sostegno di educatori, psicologi, medici, terapisti, volontari e donatori, aiuta ogni giorno tanti bambini e adulti sordociechi e pluriminorati psicosensoriali ad uscire dall’isolamento, fatto di buio e silenzio, in cui sono costretti a vivere.

La nuova Campagna Istituzionale è on air a partire dal 16 gennaio declinata con uno spot tv e radio, su stampa e su web. L’obiettivo che si prefigge è promuovere presso l’opinione pubblica la mission dell’Ente, da oltre 57 anni punto di riferimento in Italia per le persone con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale e le loro famiglie. Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito o chiamare l’800 98 98 68. (Redazione)

vedi

Oltre 500 con la Lega Filo d’Oro

Lega del Filo d’Oro ora pure a Novara

Lega del Filo d’Oro sempre attiva a Termini Imerese

Al Teatro Biondo “Anna dei Miracoli” per la Lega del Filo d’Oro