Le luci (sbagliate) della città

Il sole comincia appena a calare intorno alle 17 e 30, ma le luci sono accese da un pò nella zona Nord di Palermo

A poche decine di metri dallo stadio Renzo Barbera, in Piazza Papa Giovanni Paolo II e nelle vie adiacenti, viale della Croce Rossa, via Alcide De Gasperi e Via Cassarà, le lampade della pubblica illuminazione al mattino si spengono almeno mezz’ora dopo e, la sera, si accendono almeno mezz’ora prima di quando è necessario.

Le luci della città, per mutuare il celebre film degli anni 30 del secolo scorso, ma luci sbagliate. A causare questo evidente disservizio potrebbe essere un cattivo funzionamento della cellula fotoelettrica. Di certo è uno spreco che, con i tempi che corrono, infastidisce, irrita, umilia il cittadino.

Evidentemente i controlli non sono sufficienti e gli atti conseguenti non vengono posti in essere. Questo rappresenta un aggravio significativo di costi, uno spreco di denaro della pubblica amministrazione, soprattutto se prolungato nel tempo.

Ancora più fastidioso è il fatto che basterebbe veramente poco per provvedere. Peraltro le pubbliche amministrazioni e, tra queste il Comune di Palermo, dovrebbero indicare un ufficio e il relativo responsabile al quale rivolgersi per segnalare cose del genere. (Redazione)

vedi pure

 

Villa Trabia con la sua serra in stato pietoso

Città abbandonata, profumeria svaligiata

Via Trinacria: buio, sporcizia e insicurezza

Dentro la città \ la VI divisa dallo sviluppo sbagliato

Lascia un commento