Le abitudini estive hanno fatto aumentare i contagi

via Maqueda nell’agosto del 2020

Assembramenti, uso saltuario dei dispositivi di protezione, mancato rispetto del distanziamento. E poi i mezzi di trasporto, le spiagge, la sosta al bar, le discoteche fino a quando non sono state chiuse, le tante occasioni d’incontro. L’estate 2020 con i suoi riti e le sue immancabili violazioni di regole ha fatto aumentare la diffusione del coronavirus e rischia di compromettere la ripresa della vita ordinaria a settembre, a cominciare dalle attività didattica.

Intanto al 20 agosto  i nuovi positivi al coronavirus in Sicilia risultano essere 37  (il 19 erano 45). In ospedale ci sono in tutto 49 persone (il 19 erano 61) ma restano 8 quelle ricoverate in terapia intensiva. Al momento le persone positive in Sicilia sono dunque 790 quasi tutte in isolamento domiciliare. I morti restano 286. I tamponi eseguiti poco più di tremila. Dei 37 casi 10 nel territorio di Palermo. Aumentano ulteriormente i contagi sul territorio nazionale. (Redazione)

 

vedi

Recrudescenza del coronavirus in Sicilia

 

 

Lascia un commento