La storia della città nella mostra Ansa

il carcere dell’ Ucciardone dove fu realizzata negli anni 80 l’ aula bunker

La vita di Falcone e Borsellino offre l’ opportunità di raccontare la storia della città in una mostra fotografica dell’ agenzia Ansa allestita nell’ aula bunker dell’ Ucciardone in occasione del 26° anniversario del loro assassinio. Si intitola “l’ eredità di Falcone e Borsellino” ed è stata organizzata dal ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Le immagini attraversano la vita privata e familiare dei due giudici: dall’infanzia alla Kalsa – dove entrambi sono cresciuti – fino all’ingresso in magistratura, dalla nascita del pool antimafia alle rivelazioni del pentito Tommaso Buscetta, dal maxiprocesso fino alle stragi del ’92, dalla ribellione della società civile alla risposta dello Stato. La mostra è stata allestita, per la prima volta, nel 2012 in occasione del ventennale delle stragi di Capaci e di via D’Amelio ed è stata inaugurata dall’allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. È stata ospitata, tra l’altro, presso il Parlamento europeo, alla Camera dei deputati, all’Assemblea Regionale Siciliana e, il 12 gennaio scorso, a Vienna, in occasione della presidenza italiana dell’Ocse. La prima versione della mostra, esposta a Palazzo Branciforte, è stata poi donata al comune di Corleone. In questi anni, grazie al Miur, l’esposizione è stata portata in decine di scuole e università, attraverso un tour della legalità che ha toccato tutte le regioni italiane. (Redazione)

Lascia un commento