La prestazione contro il Lecce fa ricredere i tifosi

Un momento della gara

A giudicare dal pubblico presente ieri sugli spalti del Renzo Barbera, in tanti dopo la sconfitta contro il Crotone hanno visto una squadra che aveva rinunciato alla promozione. Probabilmente ieri si sarebbero ricreduti, e magari esaltati dal momento che la vittoria per 2-1 ottenuta ieri contro il Lecce, diretto concorrente per un posto nella massima serie, è stata un vero balsamo per lo spirito del tifoso.

Non è stata una vittoria semplice, tutt’altro. I primi 15 minuti del primo tempo sono stati un monologo rosanero, durante i quali il Palermo va più volte al tiro e mettendo a segno al 4° minuto la rete dell’ uno a zero: Trajkovski, servito al limite dell’area, centra l’ angolo della rete con un rasoterra beffardo. Ancora Puskas e Murawski cercheranno la via della rete ma senza successo. Dopodiché per la rimanente mezz’ora è un monologo salentino con il solo Brignoli a salvare il risultato. Si va all’intervallo sull’1-0 per il Palermo, ma davvero il Lecce meriterebbe quantomeno il pareggio.
Il lavoro di Stellone negli spogliatoi durante il riposo da i suoi frutti: quello che scende in campo nel secondo tempo è un Palermo forse meno bello di quello dei primi 15 minuti, ma sicuramente più continuo e accorto. E nuovamente la grande qualità della rosa del Palermo ha la meglio: Trajkovski su punizione, velo di Chochev, la palla finisce sui piedi di Puskas che si libera del marcatore e batte Vigorito con un destro nel sette alla propria sinistra. Il colpo stordisce il Lecce. Liverani, tenta un doppio cambio infoltendo la rosa degli attaccanti, ma di fatto spegnendo il gioco dei salentini. Il Palermo ha così buon gioco nel controllare la partita senza patemi e risparmiare energie. Il 2-1 arriva al 92°, in maniera inattesa per via della rete di Tabanelli, tanto bella quanto sorprendente: Falco su punizione pesca Tabanelli al margine destro dell’area che, al volo, scocca un tiro che si insacca alle spalle dell’incolpevole Brignoli.
Doveva arrivare una vittoria, necessaria per rimanere nel gruppo di testa, e così è stato. Il Palermo, complice anche la sconfitta interna del Brescia, si riavvicina alla vetta e attende lunedì di sapere il risultato del Benevento, di scena a Livorno. In classifica si stanno iniziando a delineare il numero di squadre che si contenderanno i due posti per la promozione diretta in serie A. E il Palermo sarà tra queste. (Alessandro Ferrante)

Lascia un commento