La maturità “futurista” degli studenti del Gonzaga

una delle opere realizzate dagli studenti di ultimo anno dell’Istituto Gonzaga

(Redazione) Pensieri elaborati con uno stile d’avanguardia poetica da 50 studenti dell’Istituto Gonzaga che stanno per concludere il proprio percorso di studi con la prima maturità post-pandemia

Un lavoro creativo, nato durante una lezione di letteratura italiana sulle Avanguardie poetiche di inizio Novecento, sul Futurismo di Filippo Tommaso Marinetti, naturalmente “a distanza” attraverso la tele-didattica e che sono diventati un video, un testo e un’appendice di immagini, calligrammi, disegni, fotografie.

Ne è venuta fuori un’opera d’arte, che è stata pubblicata grazie alla collaborazione di una casa editrice palermitana: le prime copie sono state donate proprie agli studenti-autori.

“Questo progetto – spiega il professore Giovanni Inzerillo, docente di italiano – è frutto della noia, della rabbia, della scaramanzia, della speranza. Del futurismo possiamo trovare ancora oggi echi evidenti, ma liberiamoci dai facili pregiudizi sul linguaggio alienato dai giovani.

I fragorosi Bum Bum Bum o Tumb Tumb Tumb che i giovani di oggi sentono e pronunciano così forti non sono più, è vero, quelli dei bombardamenti militari, degli aerei e delle macchine da corsa, ma non sono neppure parole senza senso, prova di una sottocultura generata dal benessere, dalla noia, da modelli sbagliati, come noi adulti siamo indotti categoricamente a credere.

D’improvviso, quando ciò che credevamo irreale di colpo è divenuto reale, lottiamo isolati e depressi contro un nemico invisibile il cui nome covid-19coronavirus sembra concepito in lontani contesti di Avanguardia.

Questa lotta, però, dobbiamo sforzarci di pensarla più in grande, come lotta contro l’ignoranza, il pregiudizio, la logica dell’ognuno può bastare a se stesso”.

Con questo lavoro – aggiunge il professore Inzerillo – abbiamo dimostrato che la poesia vive e i ragazzi possiedono la sensibilità per apprezzarla e per interiorizzarla a dovere.

Questa è la storia, dal sapore dolce-amaro, insieme comica e tragica, di tutti i nostri studenti di quinto anno che, giorno dopo giorno, danno prova di una profonda maturità senza neppure avere, al momento, quelle certezze per il prossimo futuro che fino a un mese fa credevano di possedere.

È una storia un pò bizzarra nella forma come bizzarro è il momento che stiamo attraversando. Sono qui contenute le emozioni di tutti, ragazze e ragazzi, le grida di sana ribellione che la gioventù urla a squarciagola”.

E infine li esorta il giovane professor Inzerillo: “In tutti i momenti della vostra vita siate per gli altri e gridate forte, fortissimo. Non preoccupatevi se non sarete sempre compresi. Sarà importante che le vostre buone intenzioni guidino le vostre azioni. Gridate, agite, siate pure fastidiosi o anticonformisti, siate coraggiosi. Le vostre idee miglioreranno questo mondo“.

Shimbalaieeee è disponibile su: http://www.gonzagapalermo.it/maturita-2020-shimbaleieeee-il-lavoro-sul-futurismo-dei-nostri-maturandi/

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento