La Lega del Filo d’Oro unisce artisti, calciatori e direttori d’orchestra

ph Roman Kraft on Unsplash

I portieri della Lega Calcio Serie A Daniele Padelli, Mattia Perin, Gianluigi Donnarumma, Pepe Reina, Salvatore Sirigu, Samir Handanovič, l’ex portiere e oggi opinionista TV Stefano Sorrentino, accanto ai direttori d’orchestra Leonardo De Amicis, Pinuccio Pirazzoli e Beppe Vessicchio, ai quali si affiancano il cuoco Filippo La Mantia e il maestro della pasticceria Ernst Knam, si uniscono a Renzo Arbore e Neri Marcorètestimonial della Lega del Filo d’Oro, per sostenere la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi Una storia di mani, a cui tutti possono contribuire fino al 31 dicembre 2019  con un sms o chiamata da rete fissa al numero solidale 45514.

L’obiettivo della campagna è la realizzazione dell’edificio del nuovo Centro Nazionale di Osimo, nel quale saranno ospitate le attività fisioterapiche e idroterapiche.  Grazie ad un piccolo gesto di generosità è dunque possibile garantire un adeguato percorso di riabilitazione a bambini e adulti sordociechi e pluriminorati psicosensoriali.  

Parare una pallonata, dirigere un’orchestra o cucinare sono solo alcune delle tante azioni che si compiono quotidianamente usando le mani. Ma le mani, per le persone sordo-cieche, sono molto di più: un prezioso strumento per conoscere e comunicare con il mondo che le circonda. Gli operatori della “Lega” lo sanno bene, tanto che il tatto è lo strumento principale con cui riescono a mettersi in relazione con loro per educarle alla massima autonomia possibile.

Oggi, in Italia, secondo una recente indagine Istat, condotta in collaborazione con la Lega del Filo d’Oro, le persone con problematiche legate sia alla vista che all’udito sono bel 189mila. Di queste, circa 108 mila vivono di fatto confinate in casa, non essendo in grado di compiere le più elementari necessità quotidiane.

Garantire un adeguato percorso di riabilitazione a bambini e adulti sordociechi e pluriminorati psicosensoriali, attraverso la realizzazione di unico edificio in cui verranno accorpate tutte le strutture dedicate alle attività fisioterapiche e idroterapiche, sarà possibile una volta che i lavori di costruzione del nuovo Centro Nazionale saranno terminati.

Tutti possono contribuire fino al 31 dicembre 2019 con un sms o chiamata da rete fissa al numero solidale 45514. Il valore della donazione è di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce e Tiscali e di 5 o 10 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb, Tiscali, 5 TWT, Convergenze, PosteMobile, di 5 euro per ciascuna chiamata fatta sempre al 45514 da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile.  (Redazione

 

 

 

Lascia un commento