La differenza di genere in medicina: tre giorni per parlarne

ph Ravi Roshan on Unsplash

Una tre-giorni ricca di eventi quelli in programma, dal 10 al 12 aprile, in occasione del pre-Convegno “Parkinson 1999:2019: cosa è cambiato?” e “Differenze di genere nel Parkinson e nelle demenze” indetto da S.I.Me.Ge.N – Società Italiana di Medicina di Genere nelle Neuroscienze e Donne in neuroscienze, durante il quale professionisti e associazioni si incontrano per fare il punto sui cambiamenti avvenuti in questi anni nel campo delle cure e della qualità della vita delle persone affette da Parkinson con uno sguardo alle prospettive future.

L’evento, patrocinato dal Comune di Palermo e dalla Regione Siciliana, sarà inaugurato mercoledì 10 aprile, dalle ore 14, nella Sala Mattarella di Palazzo Reale sede dell’ Assemblea Regionale Siciliana.  Presenziano l’Associazione Parkinson – ApiS, che, quest’anno, festeggia venti anni di attività e che, per l’occasione, traccerà un bilancio del lavoro svolto dal 1999 ad oggi, e il neurologo spagnolo Pablo Martinez Martin, che illustrerà il percorso della qualità della vita delle persone con Parkinson, di cui ha validato i test a livello internazionale.

Giovedì 11 e venerdì 12, nella Sala Ducrot dell’Hotel Borsa, al via il I congresso Nazionale S.I.Me.Ge.N. che affronta il tema delle differenze di genere nel Parkinson e nelle demenze. Per la prima volta in Italia esperti di calibro nazionale si confronteranno sulle diverse modalità di cura e di diagnosi con attenzione alle differenze di genere nelle patologie neurologiche. Dai deficit cognitivi alle terapie, dalla compliance alla risposta riabilitativa, è necessario ripensare l’approccio alla malattia secondo una gestione multidisciplinare, che tenga conto di ogni elemento, a partire dalla differenza maschile/femminile.

«Nonostante l’applicazione e la diffusione della Medicina di Genere nel Servizio Sanitario Nazionale siano contemplate da leggi dello Stato, siamo ancora ben lontani dalla loro reale attuazione in tutto il territorio nazionale – spiega Marina Rizzo, presidente della S.I.Me.Ge.N. – Proprio per affrontare le differenze di genere nelle malattie neurologiche abbiamo pensato di organizzare un congresso che coinvolge professionisti di chiara fama. Approfondiremo gli aspetti specifici delle malattie neurologiche legati al sesso, con l’obiettivo di curare e prendere in carico nella maniera più appropriata gli uomini e le donne».

L’evento è realizzato con il patrocinio di Parkinson Italia, Università degli Studi di Palermo, Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, Ospedali Riuniti Villa Sofia – Cervello, Asp Palermo, SIN – Società Italiana Neurologia, Associazione Italiana Donne Medico, Ainat Sicilia Associazione Italiana Neurologi Ambulatoriali Territoriali, SINdem – Associazione autonoma aderente alla SIN per le demenze e Accademia LIMPE-DISMOV, SIMFER – Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitativa. (Carmela Corso)

 

vedi anche Le differenze di genere influenzano la salute

 

 

 

Lascia un commento