La Cina è vicina (anche a Unipa)

In città la comunità cinese ha numeri a tre zeri

(Sergio Scialabba) Se la Cina era vicina adesso è vicinissima e nella capitale della Sicilia la presenza cinese è, ormai, molto più di una presenza. A fine aprile il sindaco è stato ospite dell’associazione comunità cinese di Palermo durante i lavori dell’ufficio consolare mobile, predisposto dall’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia, e ha espresso apprezzamento per l’ integrazione della comunità cinese nella città e per il suo contributo imprenditoriale, attirandosi le critiche di quanti, invece, manifestano insofferenza per molti aspetti di questa, ormai, consolidata convivenza. Ma anche i più critici non possono disconoscere l’ operosità e la riservatezza che contraddistingue le comunità cinesi nel mondo. Che sono spesso, è vero, anche temute o, comunque, circondate da un alone di impenetrabile mistero, usanze e costumi dei quali traspare solo una minima parte. Tradizione e conoscenze custodite gelosamente unite a un sempre crescente potere economico e strategico sulla scena mondiale, anche in settori nei quali, non più tardi di qualche anno fa, era impensabile che la Cina sarebbe diventata protagonista.

il sindaco Leoluca Orlando (a sinistra) e il rettore Fabrizio Micari all’ inaugurazione dell’ anno accademico di Unipa

Al punto che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha chiesto agli alleato occidentali di boicottare la Huawei e i suoi prodotti elettronici, terrorizzato dalla concorrenza cinese nel settore ma anche ipotizzando rischi per la sicurezza dei dati. Intanto domani 27 novembre nella Scuola di lingua italiana per stranieri dell’ Università di Palermo si presenta il libro Fra cinese e italiano, esperienze didattiche  (AA VV). Appuntamento alle 17 nell’ ex convento di Sant’ Antonino, in piazza Sant’Antonino 1. Il volume è frutto della collaborazione con la Sichuen International Studies University di Chongquin e raccoglie articoli sulla didattica dell’ italiano con studenti cinesi realizzata all’interno dei percorsi della scuola. La presenza cinese conta circa 3mila presenze nella città di Palermo e 6mila presenze nella più vasta area del Palermitano. 

Lascia un commento