La Biblioteca “Alberto Bombace” di nuovo operativa dopo il 16

Il portone d’ingresso della Biblioteca Regionale di via Vittorio Emanuele

(Redazione) La Biblioteca Centrale della Regione Siciliana “A. Bombace” di via Vittorio Emanuele sospende tutti i servizi da lunedi 12 al 16 agosto, tornando nuovamente operativa da lunedi 19 agosto. Funzioneranno esclusivamente la riconsegna delle opere in prestito e le informazioni bibliografiche.

La Biblioteca centrale della Regione siciliana si trova nell’ex Collegio Massimo della Compagnia di Gesù, edificio monumentale fondato nel 1586, che quindi sèguita ad assolvere alla funzione per cui fu istituita nel XVI secolo: quella di Domus studiorum, la casa degli studi.

Collocata sulla strada più antica e più rappresentativa della capitale, essa si configurò ben presto come insula dedicata alla formazione, alle scienze e alle arti. Per oltre quattro secoli, tra mille vicissitudini, questa vocazione é stata tenacemente perseguita e tramandata da generazioni di docenti, studiosi, bibliotecari, studenti, artisti.

Istituita come Biblioteca Regia nel 1782, sotto il governo borbonico, e divenuta Biblioteca Nazionale nel 1860 con l’Unità d’Italia, essa ha assunto nel 1977 la denominazione di Biblioteca centrale della Regione siciliana e dal 2003 è stata dedicata alla memoria di Alberto Bombace, il dirigente regionale cui si deve la creazione della struttura organizzativa per la tutela dei beni culturali siciliani.

Attualmente é frequentata da centinaia di utenti che ne utilizzano quotidianamente lo straordinario patrimonio che consta di circa un milione di volumi, il più antico dei quali risale al X secolo.

 

vedi

Protocollo d’intesa tra le biblioteche

Inizia la settimana delle biblioteche

Dedicata ad Attilio Ganguzza una sala della biblioteca

 

 

Lascia un commento