Instillare cultura (della legalità)

Rita Borsellino

(Carmela Corso) La cultura per combattere l’illegalità. Cavalcando lo spirito che ha sempre contraddistinto l’impegno di Rita Borsellino nei confronti della giustizia e della promozione della legalità, sarà inaugurata, martedì 27 novembre alle ore 11.30, la Biblioteca della Casa della memoria operante del Centro Studi “Paolo e Rita Borsellino” di via Gian Lorenzo Bernini.

Le biblioteche fucina di informazione, cultura, sapere, conservano e sviluppano la conoscenza e sono, pertanto, protagoniste del processo di sviluppo dell’intera comunità. Su queste premesse il progetto, ideato in partnership con la Direzione generale per lo Studente del Miur. Un protocollo d’intesa per instillare e coltivare nelle nuove generazioni i valori della legalità, della memoria operante, del dialogo tra culture diverse, e quella di centinaia di donatori che da tutto il territorio nazionale e a diverso titolo (istituzioni, editori, sindacati, associazioni, aziende e singoli cittadini) hanno voluto tributare il loro omaggio all’impegno di una donna che è stato uno straordinario esempio di vita.

Un prodotto concreto realizzato grazie all’essenziale contributo dei ragazzi del Rita express, il treno che nel 2006 attraversò l’Italia da nord a sud, per riscattare una terra, la Sicilia, “bellissima e disgraziata”, e ai membri del presidio Libera Valle Camonica che non hanno mai fatto mancare il loro supporto umano, materiale ed organizzativo.

Appuntamento martedì 27 novembre a partire dalle ore 11.30 presso la Casa della memoria operante di Via Gian Lorenzo Bernini n. 52/54.

Lascia un commento