Insieme alla Pizzigoni – Carducci

Giorno della memoria alla scuola Pizzigoni – Carducci

Emozionante testimonianza di bene, di pace e di speranza. Potrebbe essere così descritta la commemorazione della giornata internazionale della memoria che ha avuto luogo nel plesso Suor Maria Mazzarello dell’Istituto Comprensivo Pizzigoni – Carducci di Catania di cui è dirigente scolastico Fernando Rizza.

La realizzazione da parte degli alunni delle classi quinte di scuola primaria e delle classi di scuola secondaria di pietre d’inciampo è stato solo il punto di partenza di un lavoro ben più ampio volto a creare un saldo ponte d’unione tra passato, presente e futuro che possa essere percorso con coscienza e consapevolezza dalle nuove generazioni.

L’accento posto sulla realizzazione di questi manufatti è stato strettamente connesso alla necessità di trasmettere l’importanza di “inciampare”, di “imbattersi” nella memoria del passato, di “fermarsi” per ricordare e rifondare su solide virtù e rinnovati e positivi principi la storia di oggi e degli anni futuri.

Guidati dal personale docente, alla presenza degli insegnati, del Dirigente e dell’Assessore alla Pubblica istruzione di Catania, Andrea Guzzardi, gli studenti hanno voluto respingere ogni minaccia di oblio e di silenzio, rendendosi strumento di affermazione e di celebrazione di valori umani fondamentali: pace, condivisione, fraternità, altruismo, rispetto, libertà. Riscattare il male, il dolore, l’ingiustizia attraverso il ricordo e la contrapposizione di valori positivi: questo è il messaggio più forte giunto dall’evento di oggi.

A ribadire il valore essenziale di tali celebrazioni intervengono anche le parole rilasciate dal Dirigente Fernando Rizza: “Così come la guerra e la pace possono dipendere anche dai nostri comportamenti quotidiani, anche le discriminazioni e l’odio verso gli altri sono il frutto dei nostri atti, per questo sin da giovani vanno imparati i valori di pace, tolleranza e amicizia verso tutti e ciascuno. Giornate come queste aiutano a fare memoria ma devono trasformarsi in abitudini quotidiane”.

La giornata e la preparazione ad essa ha coinvolto gli alunni in diverse attività da canti, a letture di passi, di testimonianze, visioni di filmati tutti tendenti a stimolare considerazioni, confronti, a sviluppare consapevolezza su temi sempre attuali anche tragici, affinché essi diventino veicolo di educazione alla riflessione, alla pacifica convivenza e alla fraterna tolleranza.

La scuola Pizzigoni – Carducci continua a fondare, dunque, la sua identità sull’impegno nella lotta alla discriminazione, sull’educazione alla diversità, alla carità, alla giustizia, all’uguaglianza.

È il presente in questa scuola del capoluogo siciliano che, con orgoglio e determinazione, si volge a promuovere e a favorire con forza, convinzione e passione la costruzione e la difesa di un futuro migliore, ben più consapevole e pronto a riscattare il passato. (Redazione)

vedi

Laurea ad honorem a Liliana Segre