Inizia una settimana difficile

Lo stadio “Renzo Barbera” visto dall’ alto

La settimana più importante nella storia recente del Palermo inizia con una gara cruciale. Per rispondere all’attacco del Brescia che, ieri, con un perentorio 5-1, ha schiantato il Pescara impadronendosi della testa della classifica, i rosanero sfidano alle 21 al Barbera il Foggia. E servirà la vittoria per riportare il Brescia sotto. Non sarà semplice, visto il caos che ha travolto come un maremoto la società.

Stellone ieri in conferenza stampa ha ribadito quello che è stato il suo intento perpetuo da diverse settimane a questa parte: proteggere la squadra dalle interferenze esterne. Cosa non facile in questi frenetici giorni di calciomercato.
“Le sconfitte non sono frutto delle vicende societarie. Tutti siamo concentrati sulla partita di domani. La squadra ha fatto un ottimo lavoro e non siamo primi in classifica per caso. I momenti meno felici nell’arco di una stagione possono capitare.” Glissa anche sulle voci che lo davano prossimo all’esonero a causa delle recenti sconfitte “Sono sereno e consapevole di allenare una squadra forte in una piazza importante.”
Riguardo alla partita, il mister preannuncia dei cambi di modulo in corsa: “Cambieremo il sistema di gioco in attacco durante la partita, variando la posizione dei tre in avanti. Puscas è un attaccante importante. Ci sono momenti nel corso di una stagione nei quali ci sta di trovare meno spazio. Sono fiducioso perché lui ha tutte le carte in regola per fare bene.”
Sul fronte societario intanto, dopo il consiglio d’amministrazione di venerdì, l’AD Facile ha affermato che entro questa settimana dovrebbero entrare nelle casse societarie 3 milioni di euro per fare fronte alle prime e più immediate spese, scongiurando il pericolo di una penalizzazione di 2 punti qualora gli stipendi dei dipendenti non vengano pagati entro il 16 Febbraio.
Tra poche ore dunque sapremo se almeno, in ambito sportivo, il Palermo riuscirà ad allontanare la tempesta e a riprendere la corsa verso la serie A. La vittoria sarebbe il migliore antidoto per scacciare crisi e paure. (Alessandro Ferrante)

Lascia un commento