Indicato un sistema aeroportuale integrato

Una delle stazioni del passante ferroviario Palermo-Punta Raisi

Entro agosto il passante ferroviario che collega la capitale della Sicilia all’ aeroporto Falcone e Borsellino sarò realizzato. Ma sarà effettivamente operativo dopo i controlli e, per giunta, a binario unico. Questo significa che si è preferito completare un’ opera e renderla fruibile il prima possibile invece di continuare a perdere tempo e soldi. Ma ormai è diventato persino stucchevole elencare i cantieri chiusi, le infrastrutture incomplete, i fallimenti di quello che doveva essere un sistema integrato e che, invece, risulta essere disintegrato. Il presidente della Regione Nello Musumeci ha convocato una riunione a palazzo d’Orleans per illustrare una strategia volta a creare due sole grandi società siciliane che inglobino gli scali ricadenti sul versante orientale ed occidentale dell’ Isola. “C’è la necessità  – ha detto il capo del governo regionale – di creare un sistema aeroportuale in Sicilia, che non c’è o c’è solo sulla carta. Volete un esempio? Sei aeroporti, sei società di gestione. Sistema significa che uno scalo è funzionale all’altro e tutti allo sviluppo dell’Isola. Invece vedo in giro tanto egoismo, tanta spregiudicata ed illogica concorrenza, come se la competizione si dovesse fare all’interno della stessa Isola e non, invece, nel bacino dove siamo chiamati ad operare. Immagino una sola società di gestione – ha continuato Musumeci – e mi sembra ambizioso il progetto, ma spero che almeno ci sia una società unica per la Sicilia orientale e una per quella occidentale in modo che si possa andare sul mercato ed essere appetibili ai privati, che mi risultano essere più di uno interessati a poter entrare nei processi di privatizzazione degli aeroporti. È chiaro che gli aeroporti non possono e non devono vivere, anzi sopravvivere, col denaro pubblico”. Un disegno che chiuderebbe quelli vengono definiti gli aeroporti condominiali. E che, dopo la convergenza di interessi anche privati verso grandi entità societari, renderebbe indispensabile la realizzazione delle altre infrastrutture: strade, autostrade, ferrovie, perchè un sistema o è competitivo tutto intero oppure non lo è affatto. (Sergio Scialabba)

Lascia un commento