In gara a Lignano Sabbiadoro

In corso il 18esimo Campionato mondiale di nuoto Csi

Nella piscina olimpionica BellaItalia di Lignano Sabbiadoro saranno assegnati i titoli del 18esimo Campionato nazionale di nuoto Csi.

Nelle corsie arancioblu tutti a caccia, nei diversi stili, delle cuffie tricolori Csi, 1088 finalisti, con una leggera maggioranza, 573, femminile.

Gli atleti arrivati in Friuli Venezia Giulia rappresentano 10 regioni (Lombardia, Lazio, Campania, Trentino-Alto Adige/Südtirol, Piemonte, Liguria, Umbria, Sardegna, Toscana, Emilia-Romagna) e ben 67 piscine di 26 comitati differenti.

Già oggi i primi tuffi, dopo la breve cerimonia di apertura, con le batterie di qualificazione dei 100 dorso e 50 farfalla oltre alle prime batterie dei 50 stile libero.

La giornata di gare di domani venerdì 27 maggio si aprirà invece con le qualifiche, sempre nelle 8 diverse categorie dei 50 rana e dei 200 stile, prima delle finali dei 50 stile.

Nel pomeriggio di venerdì si assegneranno le medaglie dei 50 rana e, a seguire, inizieranno le batterie di qualificazione dei 100 farfalla e 100 rana.

Sabato 28 maggio le finali dei 100 rana cui seguiranno le batterie di qualifica nei 100 stile libero e nei 50 dorso. Nel pomeriggio i campioni dei 100 stile libero, 50 dorso e 200 misti.

Nella serata, alle 21, è in programma la Santa Messa. Domenica 29 maggio il gran finale con le staffette 4×50 stile libero e 4×50 misti concluderanno il programma gare della finale nazionale arancioblu.

La delegazione acquatica più rappresentata è quella della Lombardia con 468 atleti in vasca, seguita dal Lazio con 137 finalisti e dalla Campania con 116 nuotatori.

Alla vigilia dell’evento ai finalisti, arriva l’incoraggiamento del numero uno nazionale ciessino, Vittorio Bosio: “dopo i due anni di emergenza pandemica, e la lunga apnea delle piscine italiane, finalmente i nostri ragazzi possono ritrovarsi a competere fianco a fianco in corsia. Ogni finale è una incredibile esperienza di vita per ciascuno. Il podio è un premio per pochi, ma il mio augurio è che tutti possano divertirsi, dando il meglio di sé, in acqua e fuori”. (Redazione)

vedi

Lo sport preghi per l’Ucraina

Siglato accordo Ics-Csi