Impegno per Santa Ninfa dei Crociferi

interno della chiesa di Santa Ninfa dei Crociferi

Stasera in via Maqueda, cuore del centro storico cittadino, teatro di manifestazioni culturali e di forte richiamo turistico, sarà osservata l’ apertura serale della chiesa di Santa Ninfa dei Crociferi dalle 21 fino alle 23 e 30, a cura della cooperativa Dedalus – I labirinti dell’ arte. La chiesa è uno dei capolavori dimenticati del centro storico, per il quale si ipotizza una raccolta fondi al fine di farlo tornare all’ antico splendore. La imponente costruzione di impronta manieristica romana contrassegna la via Maqueda, strada che sta cambiando rapidamente e questi cambiamenti stanno richiedendo nuove politiche sull’ intero vecchio centro. Santa Ninfa dei Crociferi è un capolavoro di architettura del Seicento: Gioacchino Martorana ne affrescò la volta del presbiterio e dipinse le sante palermitane, una delle quali è proprio Ninfa compatrona della città che ha un posto d’ onore nel suo immaginario di miti e tradizioni.

via Maqueda

Ninfa, martire cristiana venerata come santa dalla Chiesa Cattolica, è una delle sante protettrici della città insieme con Cristina, Agata, Oliva e, ovviamente, Rosalia. Da Palermo il suo culto si diffuse in tutta la Sicilia e in provincia di Trapani il barone Luigi Arias Giardina diede il suo nome al borgo da lui fondato. (Sergio Scialabba)

Lascia un commento