Il welfare divide sindacati e assessore

il palazzo dell’ assessorato regionale alla Famiglia

(Redazione) I sindacati tornano a tuonare contro l’ assessore regionale alla Famiglia Mariella Ippolito. Cgil, Cisl, Uil, Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil Sicilia hanno ribadito le proprie riserve sulle linee-guida per l’ attuazione delle politiche sociali nel biennio 2018/2019. Ma non è solo il merito a provocare la reazione delle organizzazioni sindacali. Quanto, piuttosto, il fatto che Ippolito non avrebbe coinvolto le parti nella concertazione del piano stesso. “L’ assenza di un modello di governance territoriale e regionale dell’ intero sistema di welfare e di un coordinamento degli interventi – recita una nota – impedisce di creare una vera discontinuità con il passato e, dunque, di fornire risposte organiche ai tanti bisogni dei soggetti più fragili e in difficoltà della nostra isola”. La querelle cominciata in estate nel metodo e questo punto anche nel merito si inasprisce.

Lascia un commento