Il viaggio come cultura

Villa Niscemi ospita una mostra fotografica

“Il modo migliore per cercare di capire il mondo è vederlo dal maggior numero di angolazioni possibili”. È quanto si propone di fare il Festival del Viaggio, in programma dal 9 al 16 giugno. Dislocato in varie zone della città, è il primo festival italiano organizzato dalla Società Italiana dei Viaggiatori, dedicato alla cultura del viaggio in un più ampio progetto di promozione turistica. “Il nostro obiettivo è quello di diffondere la cultura del turismo e del viaggio” – dichiara Alessandro Agostinelli, direttore del festival, che sceglie Palermo come tappa della manifestazione in quanto sintesi perfetta di immagini, parole e racconti da tutto il mondo. In collaborazione con il Centro Studi Avventure nel Mondo, guidato da Marcella Croce, il festival vuole essere l’occasione per presentare nuove forme di turismo esperienziale che vede nel capoluogo siciliano una fonte inesauribile e variegata di ricchezze artistico – architettoniche, naturalistiche, gastronomiche e archeologiche. Si inizia, sabato 9 giugno, da Villa Niscemi all’interno della quale sarà allestita la mostra fotografica “Ultima Cuba. Viaggio nell’isola della rivoluzione”, visitabile dall11 al 14 giugno, con le immagini di Giangiorgio Perricone. Lunedì 11 giugno, presso il Centro Studi Avventure nel Mondo di Mondello, la presentazione del libro di Marcella Croce, Oriente e Occidente. Un viaggio per immagini e parole raccontato dalla stessa autrice. Martedì 12, un tuffo nel passato, nelle atmosfere della Palermo ebraica, con la visita guidata al Mikveh, il bagno ebraico di Palazzo Marchesi. Nel pomeriggio, al caffè letterario di Via Danae si discuterà del libro edito Einaudi di Juan Rulfo. Venerdì 15 presso
Kaleidos di via Maqueda il concerto dei To be quadro quartet. Sabato 16 giugno, la visita guidata condotta da Luigia Di Gennaro, in collaborazione con “Cooperativa Artemisia per il Turismo sostenibile e l’educazione ambientale”, all’area archeologica di Solunto. (Carmela Corso)

Lascia un commento