Il Salinas stupisce Firenze

il museo archeologico A.Salinas è uno dei più ricchi d’ Europa

Il museo archeologico Antonio Salinas stupisce Firenze. L’ occasione è stata data da “TourismA – Salone archeologia e turismo culturale”, la più importante manifestazione europea promossa da Archeologia Viva, interamente dedicata alla comunicazione delle grandi scoperte archeologiche e alla promozione del patrimonio e del turismo culturale del Mediterraneo dove un centinaio di espositori internazionali hanno proposto itinerari diretti ad un’utenza cultrice dell’arte. Grande apprezzamento per Francesca Spatafora, capo del Polo Regionale di Palermo per i Parchi e i Musei Archeologici e direttrice del Museo Antonio Salinas che, nell’ambito di  “Creare connessioni. Musei Territori Comunità”, ha raccontato la vita 2.0 del Salinas che si avvarrà di nuovi servizi aggiuntivi affidati a CoopCulture, società leader in Italia nella gestione dei beni culturali, come l’allestimento di un bookshop, una caffetteria e numerosi eventi e attività didattiche che coinvolgeranno a pieno titolo associazioni, istituzioni e cittadinanza. Il Museo, chiuso al pubblico per cinque anni e riaperto nel 2016 (in attesa del completamento dei lavori di restauro), ha capito in anticipo rispetto ad altri, come la valorizzazione e il rilancio delle strutture culturali passi dalla sinergia tra tecnologia e comunicazione telematica. Significative in tal senso sono le numerose campagne pubblicitarie, che ne hanno preceduto la riapertura, veicolate attraverso i canali social – Facebook, Instagram, Twitter, Pinterest e YouTube – come #Lestoriedituttinoi, un esperimento riuscito attraverso cui il sito museale racconta all’utenza, utilizzando un linguaggio diretto e semplice, contemporaneo ma mai banale, le “storie” di persone, oggetti, luoghi e ritrovamenti. Le storie, appunto, di tutti noi.  (Carmela Corso)

Lascia un commento