Il Questore di Milano vieta a un 37enne l’uso del tablet

Una volante in movimento (immagine della Polizia di Stato)

MILANO – Il Questore, a seguito dell’attività istruttoria svolta dai poliziotti della Divisione Anticrimine, ha emesso un avviso orale “aggravato”, con cui ha vietato a un cittadino italiano di 37 anni – con numerosi precedenti penali per danneggiamento, furto, porto abusivo di strumenti atti a offendere e truffa, per i quali era stato già condannato in passato – di detenere e utilizzare smartphone e tablet.

L’uomo, sin dal dicembre del 2019, è stato denunciato in più occasioni per aver commesso numerose truffe online. In particolare il 37enne, con l’ausilio di alcuni complici, contattava persone che avevano pubblicato annunci su Internet per la vendita di beni, mostrandosi interessato all’acquisto.

Dopo i primi contatti, il truffatore convinceva le vittime dell’esistenza di un sistema di accreditamento diretto del pagamento pattuito, per ricevere il quale i venditori avrebbero dovuto recarsi presso uno sportello Bancomat e qui seguire le indicazioni che lui forniva al telefono. Seguendo alla lettera le istruzioni ricevute, le vittime non si vedevano accreditate le somme promesse, ma anzi realizzavano bonifici in favore di conti intestati al truffatore, finendo così per essere raggirate e derubate del proprio denaro.

Considerata la pericolosità sociale del truffatore, il Questore di Milano ha quindi emesso un avviso orale aggravato, ordinando all’uomo di tenere una condotta conforme alla legge e privandolo della possibilità di accedere agli strumenti informatici con cui ha commesso i suoi numerosi reati. L’eventuale utilizzo o possesso di smartphone o tablet, oltre alla confisca degli stessi, comporterà l’immediata denuncia dell’uomo all’autorità giudiziaria, con rischio della pena della reclusione da 1 a 3 anni e di una multa da 1.549 a 5.164 Euro. (Redazione)

 

 

Lascia un commento