Il progetto CE.R.CA.MI. vola a Padova

I cercatori di casematte, guidati da Michelangelo Marino, presentano la loro attività all’Università di Padova

(Carmela Corso) Dopo il successo di pubblico riscontrato nell’ultima edizione della Settimana delle Culture, con l’apertura della casamatta costiera al Nautoscopio, i ricercatori dell’associazione culturale Palermo Pillbox Finders saranno ospiti, il prossimo 28 giugno, della della 13ma Conferenza internazionale sulle Geoscienze Militari organizzata dall’Università di Padova per presentare A study on military pillboxes between 1935 and 1943: structural diversity and typologies linked to the strategic needs arisinfg durigne the WW2.

Lo studio, nato all’interno del progetto CE.R.CA.MI., è il risultato di 19 mesi di ricerca condotto sul territorio dei siti e delle postazioni militari in tutto il territorio siciliano risalenti al periodo antecedente e contemporaneo la Seconda Guerra Mondiale, curato dal Presidente di Palermo Pillbox Finders, Michelangelo Marino, da Tiziana Campisi, docente dei trasporti presso l’Università di Enna-Kore, e Marzia Mammina, ingegnere informatico.

la locandina dell’evento

Grazie al fondamentale supporto di soci e volontari è stato possibile censire oltre 1.400 tra siti e casematte, attraverso l’utilizzo della tecnologia satellitare, cui si aggiungono 500 tra fortificazioni e siti ritenuti di alto interesse storico, architettonico e turistico.

«Il risultato – dichiara il Presidente di PPF, Michelangelo Marino – ha permesso di evidenziare e comprendere il sistema difensivo di casematte e fortificazioni militari realizzate tra la fine egli anni ’30 e l’inizio degli anni ’40 in Sicilia». Un unicum, quello siciliano, realizzato in diverse zone dell’isola in base alle esigenze strategiche ma anche morfologiche del territorio isolano, che differisce dagli altri sistemi difensivi dello stesso periodo presenti in Europa.

Obiettivo primario è quello di porre le basi per l’ideazione di percorsi turistici in grado di collegare le province ed i comuni dell’isola e confluire in un unico, grande itinerario storico-militare, da realizzare con il supporto delle Istituzioni, con un’apposita segnaletica turistica così come già accade, su proposta di PPF, nel comune di Oliveri (Messina).

 

vedi 

Appuntamento alla casamatta

Pillbox Finders presentano la loro ricerca storica

Soddisfatti i cercatori di casematte

Una giornata storica alla casamatta (di Carmela Corso)

 

 

Lascia un commento