Il governo ascolta le Regioni: il 18 maggio riapre la città

il Politeama Garibaldi

(Sergio Scialabba) Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, in occasione del confronto tra le regioni e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte – svoltosi in videoconferenza – si è fatto portavoce delle necessità dei commercianti al dettaglio, di bar e ristoranti. Specifico il caso di barbieri, parrucchieri e servizi di cura della persona, per i quali è stata sottolineata l’urgenza della riapertura.

Nello Musumeci

Il governo ha chiarito che intende rispettare e valorizzare le specificità dei territori, tra le quali si annovera una diversa diffusione e gravità dei contagi di coronavirus. La capitale della Sicilia – come tutta l’isola – è, infatti, “in via di guarigione” e, in realtà, non hanno mai raggiunto livelli di gravità riscontrati in altre regioni d’Italia.

Superato l’aspetto politico, adesso bisognerà mettere nero su bianco la differenziazione della disciplina. Gli uffici sono già al lavoro per predisporre protocolli, che si preannunciano in arrivo entro la settimana.

In tal modo sarà resa possibile – da lunedi 18 maggio – la riapertura di molte altre attività commerciali. Ferma restando la facoltà di “richiudere tutto” se la curva dei contagi dovesse riprendere a salire. Molto dipenderà dal rispetto delle misure di contenimento che, a questo punto, possono essere definite “misure di convivenza” con il covid-19.

 

vedi

Si apre uno spiraglio per barbieri e parrucchieri

Lascia un commento