Il Carnevale più bello suggerisce il trinomio arte-cultura-moda

Una immagine dell’edizione 2019 del Carnevale di Acireale (immagine tratta dal sito ufficiale dell’evento)

(Sergio Scialabba) Entra nel vivo il Carnevale di Acireale, il più bello di Sicilia e il terzo d’Italia. L’antichissima manifestazioni di popolo si svolge – ogni anno – nella bella cittadina, con la caratteristica competizione dei carri allegorici e di quelli infiorati.

Una delle vetrine del Sicilia Outlet Village

La cartapesta assume forme magiche  dando spettacolo attraverso migliaia di lampadine e luci, movimenti spettacolari e scenografie in continua evoluzione. Sono gli unici carri al mondo ad utilizzare simili impianti e movimenti meccanici ed idraulici. 

Dal 2020 nell’ultima settimana sfilano in continuità anche i carri infiorati, da sempre protagonisti della Festa dei Fiori che si celebra a primavera e cambia il volto della cittadina barocca.

Questo evento, così pieno di vita e di colori,  ha contagiato il vicino Sicilia Outlet Village, la cittadella della moda di Agira (Enna), il luogo interamente dedicato allo shopping dove il tempo sembra essersi fermato.

Sabato 22 e domenica 23 febbraio, tra gli eleganti viali, immersi in una rilassata e piacevole atmosfera, intrattenimenti a tema con un susseguirsi di spettacoli, attrazioni, giochi e sfilate in maschera. In questo caso i protagonisti saranno soprattutto i bambini: una occasione per andarci con tutta la famiglia. 

una miss eletta nell’edizione 2019 del Carnevale di Acireale, la celebre manifestazione che ha antiche radici (immagine tratta dal sito ufficiale dell’evento)

I siti culturali e archeologici, gli importanti eventi tradizionali suggeriscono quel binomio arte-cultura-moda che è possibile sperimentare in una affascinante zona della Sicilia. 

Il carnevale acese ha origini antichissime e la cifra sta proprio nella sua nascita spontanea tra la gente che si liberava dai rigidi vincoli formali e si concedeva la libertà di scherzare, dando luogo a “saturnali” in maschera dove rovesciando i ruoli sociali (i poveri al posto dei ricchi e viceversa) si prendevano di mira i potenti del tempo con satira e sberleffi, antecedendo la moderna satira.

L’evento prosegue tutti i giorni fino al 25 dalla mattina alla sera con tante iniziative collaterali. 

 

 

vedi pure

Al Sicilia Outlet Village arriva il Natale

 

 

 

 

Lascia un commento