Il bello della domenica

anche il chiostro di San Giovanni degli Eremiti (nella foto, particolare) aperto domenica

di Carmela Corso

 

L’ INIZIATIVA Continua #Domenicalmuseo, la manifestazione promossa dal MiBACT – Ministero per i beni e le attività culturali – e dalla normativa del decreto Franceschini. Un’iniziativa che, dal luglio 2014, coinvolge musei, gallerie, scavi archeologici e siti monumentali statali (450, in costante aumento, consultabili sul sito www.beniculturali.it/domenicalmuseo) aperti, ogni prima domenica del mese, in tutto lo stivale, senza alcun costo d’ingresso, per  avvicinare cittadini e turisti al ricco patrimonio storico – artistico italiano e fare della cultura un bene alla portata di tutti. Un progetto importante che punta alla valorizzazione e alla promozione culturale al quale scelgono di far parte sempre più realtà ogni anno, in un’ottica di trasformazione delle istituzioni museali in luoghi turistici.

I LUOGHI Anche Palermo, Capitale Italiana della Cultura 2018, aderisce alla manifestazione aprendo gratuitamente al pubblico: la Galleria Interdisciplinare di Palazzo Abatellis, la Casa Museo Palazzo Mirto, il Museo Archeologico Antonio Salinas, il Castello della Zisa, il Villino Florio all’Olivuzza, il Chiostro di San Giovanni degli Eremiti, l’area archeologica monumentale di Castello a mare, il Castello della Cuba e la necropoli punica, il Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino e il Museo di arte contemporanea di Palazzo Belmonte Riso.

GLI APPUNTAMENTI Tra gli appuntamenti in evidenza: le “Visite musicali” alla Galleria Interdisciplinare della Regione Sicilia Palazzo Abatellis. L’atrio del palazzo si trasforma in un palcoscenico per gli studenti del Liceo Musicale e Coreutico Regina Margherita che, dalle 9 alle 12, si esibiranno in piccoli concerti avvolgendo con le dolci note di violini, flauti ed altri strumenti, le splendide opere d’arte custodite all’interno.

Lascia un commento