Il 18 maggio si torna a messa (firmato il protocollo Cei-Governo)

ph James Coleman on Unsplash

È stato (finalmente) firmato il protocollo che permetterà di tornare a messa. Il testo giunge a conclusione di un percorso (costellato da polemiche) che ha visto la collaborazione tra la Conferenza Episcopale Italiana, il presidente del Consiglio, il ministro dell’Interno, nel rispetto della normativa sanitario disposta per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da coronavirus.

Il protocollo indica alcune misure da ottemperare con cura concernenti l’accesso a luoghi di culto in occasione di celebrazioni eucaristiche: l’igienizzazione dei luoghi e degli oggetti, l’attenzione da osservare nelle celebrazioni liturgiche e nei sacramenti, la comunicazione da predisporre per i fedeli, nonchè alcuni suggerimenti generali: per esempio le confessioni in luoghi freschi e areati. (Redazione)

 

vedi

“Obbedienza alle disposizioni perchè la pandemia non torni”

Il governo umilia i cattolici e la maggioranza si divide

Saranno conservati gli olii benedetti lo scorso anno

Un rosario da recitare in tutte le case il 19 marzo

A causa del coronavirus a messa sospesa la stretta di mano

3/ VERSO LE ELEZIONI – Che ruolo gioca la Chiesa?

 

 

Lascia un commento