I single festeggiano, l’ e-commerce pure

vaduta di Shanghai

(Gabriele Giovanni Vernengo) Oggi si festeggia il Single’s Day, ovvero la festa dei single. Non si tratta di una semplice giornata in contrapposizione al 14 febbraio, ovvero San Valentino, la festa degli innamorati. Quella odierna è una ricorrenza che ha origini cinesi da vecchia data.

Secondo l’ipotesi più popolare sulla giornata, si dice che sia stata inventato nel 1993 all’Università di Nanchino, nell’est della Cina. Quattro studenti maschi e single avrebbero scelto l’11 novembre come giornata di festa per le persone senza compagne o delle donne senza compagno, considerando simbolicamente gli 1 del numero del giorno e di quello del mese (11/11) come quattro persone single.  Col passare del tempo questa giornata è diventata l’occasione per feste ed eventi vietati alle coppie e, per i negozi, un’occasione in più per attrarre clienti; grazie ai social network il fenomeno si è diffuso ancora di più in Cina e in altri paesi. L’affermazione definitiva del Single’s Day è arrivata quando, nel 2009, Jack Ma, il fondatore di Alibaba, il colosso cinese del commercio elettronico, lo scelse come festività in cui provare a fare la stessa cosa che Amazon fa con il Black Friday. Da allora, l’ 11 novembre è stato un giorno molto fortunato per le vendite su Alibaba.
Anche in Italia si possono fare acquisti approfittando degli sconti del Singles’ Day perché AliExpress, il sito di e-commerce di Alibaba in cui tante aziende cinesi vendono a clienti internazionali (somiglia più a eBay che ad Amazon, pur vendendo di tutto), è disponibile presente anche in Italia. In generale, i prezzi dei prodotti (in dollari) sono molto bassi proprio perché venduti direttamente dai produttori.

Lascia un commento