I sindaci dei piccoli comuni invocano aiuto

il governo Conte alla Camera dei Deputati (foto Palazzo Chigi)

(Redazione) Amministratori e sindaci di piccoli comuni siciliani, 100 in tutto, scrivono al neo Ministro per il Sud Giuseppe Provenzano per sollecitare l’attuazione della legge salva borghi e l’adozione di provvedimenti per la viabilità e la stabilizzazione dei precari.

Lo fanno con una lettera inviata oggi con la quale sottolineano che “chi amministra i piccoli comuni si deve impegnare giornalmente per affrontare innumerevoli problematiche ed emergenze“.
Nella loro missiva, con cui chiedono un incontro al ministro, gli amministratori sottolineano, in particolare, l’urgenza di affrontare tre temi: la piena attuazione della legge 158 del 2017 “che permetterebbe a numerose realtà locali di prendere una boccata d’ossigeno, mettendo al centro la cura del territorio”; quello della stabilizzazione del personale precario; quello della viabilità principale, di competenza dello Stato, che necessità “di interventi urgenti al fine di tutelare l’incolumità di chi percorre giornalmente queste arterie
Infine, i 100 amministratori pongono l’accento sullo “spopolamento che stanno subendo tutte le piccole comunità“, contro il quale è necessario “un impegno costante con iniziative per lo sviluppo mirate al lavoro, ai giovani, all’ambiente e alla famiglia“.
vedi pure

Lascia un commento