I lavoratori dell’Ippodromo saranno tutelati

l’Ippodromo della Favorita in stato di abbandono nella foto Enea

(Redazione) I lavoratori dell’Ippodromo della Favorita, sgomberato da oltre un anno e in stato di abbandono, saranno tutelati. Il nuovo contratto per la gestione dell’impianto dove corrono i cavalli  conterrà, infatti, la clausola sociale: quella che obbliga un nuovo concessionario “ad assorbire prioritariamente nel proprio organico il personale già operante alle dipendenze del precedente concessionario garantendo l’applicazione dei contratti collettivi nazionali di settore” (va tenuto conto che in questo periodo di tempo anche l’indotto ha subito danni rilevanti).

Il dirigente del settore delle Risorse Immobiliari del Comune ha firmato la determina che indice la gara per l’affidamento dello storico impianto sportivo e delle strutture in esso ospitate, compreso il ristorante. Il bando sarà pubblicato nei prossimi giorni nella Gazzetta Ufficiale.

L’amministrazione intende individuare un concessionario con il criterio del massimo rialzo, sulla base di un canone stabilito in 174 mila euro annui oltre Iva. Il periodo della concessione sarà di sei anni, con possibilità di rinnovo, e resteranno a carico del concessionario le spese di manutenzione ordinaria.

Eventuali interventi di manutenzione straordinaria o miglioria, oltre a dover essere preventivamente approvati dall’amministrazione anche alla luce dell’ubicazione in area limitrofa al Parco della Favorita, saranno eventualmente compensati con il canone.

Una volta pubblicata in Gazzetta, la gara prevede 30 giorni per la formulazione delle offerte, che potranno essere fatte solo previo sopralluogo obbligatorio alla struttura e ai fabbricati annessi.

 

vedi soprattutto  Nubi nere si addensano sullo sport

 

 

 

Lascia un commento