Henry Kissinger aveva 100 anni

Henry Kissinger

Si è spento nella sua casa in Connecticut Henry Kissinger, consigliere per la sicurezza nazionale e segretario di Stato di Nixon e Ford, nonchè consulente di politica estera di successive amministrazioni. Lo scorso maggio aveva spento 100 candeline. Tra gli eventi che lo hanno visto protagonista – tra i tanti della sua straordinaria carriera – spicca la visita di Richard Nixon in Cina del 1972.

Quella missione fu un importante passo nella normalizzazione delle relazioni tra gli Usa e la Repubblica Popolare Cinese. L’evento rappresentò la prima visita in assoluto di un presidente americano nel Paese asiatico che, a quel tempo, considerava gli Stati Uniti tra i suoi rivali più accesi. Tale atteggiamento pare, peraltro, non essere sostanzialmente cambiato e il rapporto tra le 2 potenze niente affatto stabile.

La visita fu preparata proprio grazie agli incontri segreti di Henry Kissinger effettuati tra il 9 e l’11 luglio del 1971, dopo i viaggi in Pakistan. Il viaggio di Nixon ebbe luogo tra il 21 febbraio e il 28 febbraio 1972, visitando le città di Pechino, Hangzhou e Shanghai.

Appena arrivato, Nixon incontrò subito Mao Zedong. Il Segretario di Stato William Pierce Rogers venne escluso dal viaggio e l’unico americano presente, oltre al presidente, era Winston Lord, membro del National Security Council il quale sarà, poi, nominato ambasciatore degli Stati Uniti in Cina. Per non creare ulteriori imbarazzi a Rogers, Lord non compare in nessuna foto ufficiale.

Un libro di Henry Kissinger, uscito nel 2011, dal titolo On China, illustra le relazioni diplomatiche fra Stati Uniti e Cina che, nel 1971, erano interrotte da più di vent’anni, cioè dall’ascesa al potere del Partito comunista e dalla fondazione della Repubblica popolare, che gli Usa non riconoscevano come legittimo.

Questo passaggio storico ha ispirato il compositore John Adams che ha dedicato un lavoro su libretto di Alice Goodmad alla celebre visita. Nixon in China è caratterizzata da stili minimalisti e postminimalisti ed è stata elogiata per il suo uso innovativo di eventi contemporanei come soggetto di un’opera. (Redazione)

vedi

Kissinger: dialogo e coesistenza