Gli amici dei musei siciliani aprono gli oratori del Serpotta

un particolare dell’Oratorio di San Mercurio

(Carmela Corso) In occasione del 363° compleanno di Giacomo Serpotta, celebre Magister Stuccator della Palermo barocca, cui si deve l’invenzione della tecnica dell’allustratura, l’Ufficio Beni culturali della Curia di Palermo, il Centro San Mamiliano e l’associazione Amici dei Musei Siciliani organizzano “La notte di Serpotta” con l’apertura straordinaria e gratuita, domenica 10 marzo, i dei quattro oratori che meglio ne raccontano la prolifica produzione artistica. Dalle 19 alle 23 i visitatori potranno perdersi tra i sontuosi stucchi che campeggiano e dominano le pareti di San Mercurio, Santa Cita, San Lorenzo e Oratorio del Rosario in San Domenico.

Marmoraro per tradizione e stuccatore attento e geniale, Giacomo Serpotta fece dell’arte dello stucco la sua fortuna. Grazie a committenze importanti, ad un talento e ad una sensibilità stilistica di primo piano, riuscì a farsi largo tra i principali ordini religiosi cittadini. Il suo ornato espressivo ed elegante e la sua compostezza classica uniti ad una forma armoniosamente barocca, gli permisero di non aver eguali. All’interno della sua opera, lo spazio vitale è concepito come movimento continuo all’interno del quale, come uno scrigno di preziosi, prende vita uno spettacolo insieme reale e onirico che cattura, come una tela di ragno, lo sguardo dello spettatore.

L’evento sarà un’occasione per ammirare da vicino il restauro dell’imponente tela posta sopra l’altare di Santa Cita, realizzata dalla mano di Carlo Maratta e portato a termine dal professor Mauro Sebastianelli, responsabile del Centro di restauro del Museo Diocesano, e visionare la reintegrazione dei marmi pavimentali di San Lorenzo realizzati grazie alla sponsorizzazione del film di Roberto AndòUna storia senza nome” girato, in parte, all’interno dell’Oratorio. Ed, ancora,  i tessuti damascati di San Mercurio – il cui restauro è stato finanziato dalle donazioni ottenute dall’associazione Amici dei Musei Siciliani anche attraverso l’iniziativa Sacrosanctum – e l’intervento di manutenzione straordinaria avviato nell’oratorio del Rosario in San Domenico volto ad eliminare le efflorescenze saline che rischiavano di danneggiare in toto una delle raffigurazioni del Serpotta.

Maggiori info all’interno dell’evento facebook:  https://www.facebook.com/events/433369313876299/

Lascia un commento