GivingTuesday iniziò a New York

ph Denys Nevozhai on Unsplash

Un invito a donare per sensibilizzare sull’importanza di un gesto di generosità e promuovere la cultura della solidarietà: è questo l’obiettivo del GivingTuesday – la Giornata Mondiale del dono – che quest’anno si celebra in tutto il mondo oggi, 28 novembre.

Perché donare, in tutte le sue forme, significa poter fare la differenza e contribuire, in modo concreto, alla costruzione di un mondo più giusto e solidale. Ma questo concetto è oggi in crisi e poco sviluppato dalla pubblicistica salvo rare eccezioni.

Da queste premesse nasceva nel 2012, a New York, il più grande evento internazionale orientato a diffondere la nobile attitudine ad essere altruisti, per favorire una vera e propria controcultura solidale al consumismo massivo dei nostri tempi, incarnato dal Black Friday e dal Cyber Monday.

Quell’invito a donare e ad attivarsi per la cura del prossimo e dell’ambiente oggi, dopo oltre 10 anni, è diventato un movimento globale di solidarietà che incoraggia la cooperazione tra le persone e la pratica del dono, coinvolgendo oltre 90 paesi nel mondo e milioni di cittadini.

In Italia il GivingTuesday è organizzato e promosso, dal 2017, dalla Fondazione Aifr, che sin dall’inizio ha voluto mettere in luce l’impegno del Terzo Settore, invitando inoltre le persone a sostenere l’impatto che ogni singola azione può generare sulla comunità.

L’iniziativa ha il patrocinio di Anci – Associazione Nazionale Comuni Italiani, Assifero, Assif – Associazione Italiana Fundraiser e CSVNet.

“GivingTuesday è un movimento di sensibilizzazione sulla solidarietà e vuole diffondere la cultura del Dono come gesto quotidiano. – spiega Marco Cecchini, presidente di Fondazione Aifr – Il mondo della solidarietà sta cambiando: c’è una presa di coscienza del donatore che vuole essere promotore di cambiamento e di sviluppo.

In questo contesto è importante informare e sensibilizzare sull’importanza del Dono come cultura. Una solidarietà che si esprima tutto l’anno, e non solo in occasione di eventi di alta emotività, per poter essere davvero cambiamento e avere un impatto per tutta la società”.

La Fondazione Aifr opera, dunque, con un duplice obiettivo: da un lato vuole fare emergere l’importante ruolo del Terzo Settore e, dall’altro, intende incentivare e spronare le persone ad attivarsi, contribuendo, così, alla costruzione di una cultura del dono più partecipativa e meglio riconosciuta. Lo fa attraverso numerose iniziative in programma per la settima edizione del GivingTuesday Italia, con un’attenzione particolare rivolta anche alle giovani generazioni. (Redazione)

vedi

New York ritorna sempre