Garanti comunali dei detenuti? Si

ph Hasan Almasi on Unsplash

Alcune rappresentanze territoriali della Democrazia Cristiana di Sicilia hanno chiesto l’attuazione della norma di legge che prevede l’istituzione dei garanti comunali dei detenuti (Tale figura risulta essere istituita presso il Comune di Siracusa vedi ndr).

Costoro ricevono segnalazioni sul mancato rispetto della normativa penitenziaria, sui diritti dei detenuti eventualmente violati o parzialmente attuati e si rivolgono all’autorità competente per chiedere chiarimenti o spiegazioni, sollecitando gli adempimenti o le azioni necessarie.

Il loro operato si differenzia pertanto nettamente, per natura e funzione, da quello degli organi di ispezione amministrativa interna e della stessa magistratura di sorveglianza.

I garanti possono effettuare colloqui con i detenuti e possono visitare gli istituti penitenziari senza autorizzazione, secondo quanto disposto dagli artt.18 e 67 dell’ordinamento penitenziario. Inoltre detenuti ed internati hanno diritto ad avere colloqui e corrispondenza con i garanti come previsto dall’art.18 riformulato dal d.lgs. 123/2018. (Redazione)

vedi

Il disagio nelle carceri genera vittime

Carceri: il governo corre ai ripari

La Corte Costituzionale entra nelle carceri