Firmato l’accordo: Repubblica passa agli Agnelli

Flipboard on Unsplash

Firmato in serata l’accordo per la cessione a Exor, la cassaforte della famiglia Agnelli, della partecipazione di Cir in Gedi – il gruppo editoriale cui fanno capo la Repubblica, La Stampa, altri quotidiani locali, le radio, la Manzoni – pari al 43,78 per cento. Lo ha reso noto un comunicato congiunto di Cir ed Exor diffuso in serata.

Il prezzo di acquisto per azione è stato fissato a 0,46 euro per un controvalore complessivo di 102,4 milioni. Exor lancerà un’offerta pubblica di acquisto a 0,46 per titolo tramite una nuova società. Cir intende reinvestire comprandone il 5 per cento.

Le trattative erano in corso da giorni fino alla odierna sospensione del titolo Gedi dalla Borsa di Milano in attesa della decisione finale.

La Stampa ritorna, dunque, sotto il controllo degli Agnelli che, a loro volta, ritornano sulla cima del sistema informativo italiano. Si tratta di svolta epocale destinata a provocare un cambiamento degli equilibri di non poco conto su tutti i fronti e i cui sviluppi sono legati al digitale, ma continuano ad esserlo anche al giornalismo di qualità. (Sergio Scialabba)

 

vedi 

Gedi sospesa in Borsa

 

 

 

 

Lascia un commento