Figure femminili (di Gabriele Giovanni Vernengo)

la copertina del libro di Santi Gnoffo

di Gabriele Giovanni Vernengo

 

Il ruolo imponente che hanno assunto le donne siciliane nel corso della storia. Azioni, aneddoti, intrecci e tanto altro. Da sempre protagoniste della vita politica, culturale e sociale della Sicilia, hanno spesso segnato momenti storici, fatti di rinascita e cambiamenti.

Tutto questo viene raccontato in Donne di Sicilia edito da Qanat, la nuova opera di Santi Gnoffo, scrittore, sceneggiatore e ricercatore palermitano. Il volume sarà presentato martedì 10 luglio a Palermo alle 18 presso la Chiesa di Santa Ninfa dei Crociferi, in via Maqueda 220, all’angolo con via del Celso.

L’autore decide, cosi, di dedicare un omaggio a figure femminili straordinarie quali Franca Florio, la cui bellezza fu decantata da Gabriele D’Annunzio, la combattiva Concetta Mezzasalma, promotrice di quella riforma agraria che , a partire dagli anni cinquanta, avrebbe cambiato il volto della Sicilia, la cronista di guerra Maria Grazia Cutuli, uccisa a Kabul a trentanove anni e l’eroina della cultura Andreana Sardo, che salvò dalle fiamme la sede centrale dell’Università di Catania.

Ad accomunare queste figure femminili vi è la vena rivoluzionaria e anteprimista che, spesso loro malgrado, sarebbe stata causa di cambiamenti epocali per la nostra Sicilia.

Nel compendio realizzato dall’autore, infatti, è stato dedicato uno spazio anche a donne come Franca Viola che, con il loro coraggio, sfidarono una Sicilia arcaica e violenta contribuendo a tracciare un percorso all’insegna della civiltà e dei diritti umani.

Grande attenzione dedicata al carisma umano e spirituale di Sant’Agata, Santa Ninfa, Santa Lucia e Santa Rosalia.

Queste donne, infatti, al di là della dimensione sacrale, incarnano l’essenza della modernità con la loro forza capace di scardinare convinzioni e credenze radicate.

Sono solo alcune delle donne presenti nel volume di Santi Gnoffo, realizzato grazie alla meticolosità della ricerca che costituisce uno dei tratti distintivi dell’autore, esperto in studi storici e in tradizioni popolari siciliane; l’opera è arricchita inoltre dalla prefazione dell’architetto palermitano Rosanna Pirajno, protagonista di innumerevoli iniziative in difesa del patrimonio artistico  e culturale cittadino, di recente scomparsa.

A presentare Donne di Sicilia saranno tre relatrici: la giornalista Marianna La Barbera, Stefania Garifo ed Enza D’Anna della Cooperativa DedalusI Labirinti dell’Arte; oltre all’autore, sarà presente l’editore Toni Saetta.

Lascia un commento