Ewiva, altre 4 accettano la carta

Ora sono 4 i siti siciliani Ewiva

Importanti novità per tutti gli e-driver che viaggiano in elettrico in Sicilia. Ewiva, la joint venture di Enel X Way e Gruppo Volkswagen, nata con l’obiettivo di rendere sempre più capillare e accessibile la ricarica ad alta potenza dell’auto elettrica in Italia.

Si annuncia l’ampliamento – fino a 4 siti siciliani – della funzionalità che permette di pagare la ricarica con la propria carta di credito o debiito. Entro l’anno, il servizio sarà attivato anche nelle stazioni Hpc Ewiva Centro Commerciale Parco Corolla, Via Firenze, 4San Filippo del Mela (Me) e Via Eurako, 1 – Termini Imerese.

In Sicilia dotate del nuovo servizio di pagamento con carta sono: Via Ciachea – Carini e Autostrada Ct – Sr, Area Servizio Priolo Ovest. Mentre in Italia ci sono già Siena, Capalbio (Gr), Lainate (Mi) e Mondovì (Cn).

Il servizio prevede la possibilità di pagare direttamente alla colonnina Ewiva in modalità contactless attraverso carte di debito, credito o prepagate dei circuiti Mastercard, Visa, Vpay e Maestro, o tramite Apple Pay e Google Pay.

In questo modo Ewiva garantisce la ricarica del proprio mezzo elettrico anche a clienti occasionali, come ad esempio ai turisti, a chi ha attivato un noleggio a breve termine di un veicolo elettrico o a tutti coloro che non possiedono già un abbonamento con un fornitore di servizi di ricarica (Msp).

Inoltre, la soluzione di pagamento con carta è pensata per offrire un’alternativa a chi è orientato alla ricarica a consumo, inclusi gli e-driver abituali che, in caso di emergenza, potrebbero aver bisogno di metodi di pagamento differenti per poter usufruire della ricarica.

Siamo molto orgogliosi di poter annunciare la fine della fase pilota e l’avvio della fase operativa del progetto che arriva in 4 stazioni di ricarica ad alta potenza della Sicilia” – ha dichiarato Federico Caleno, Ceo di Ewiva e Head of Enel e-Mobility Italia.

In qualità di Cpo – Charging Point Operator, è per noi fondamentale rendere la ricarica di veicoli elettrici accessibile a un numero sempre più ampio di e-driver, garantendo un’esperienza veloce, intuitiva e confortevole. Attraverso questo progetto, saremo in grado di rispondere in modo adeguato anche alle esigenze di ricarica occasionale”.

Avviata a marzo 2023 nella stazione Hpc – High Power Charging – di Ceprano (Fr), la sperimentazione è stata ampliata negli ultimi mesi ad altri 5 siti, selezionati per tasso di utilizzo, traffico di turisti o di automobilisti in generale, e vicinanza ad eventuali punti di interesse per gli e-driver.

Il progetto è entrato ora nella sua fase più matura e verrà esteso – entro la fine del 2023 – da Nord a Sud in tutte le stazioni della rete di ricarica ultra-veloce di Ewiva in Italia che fanno parte del progetto europeo Miliar-E, in linea con la normativa Afir (Alternative Fuels Infrastructure Regulation) della Commissione Europea. (Redazione)

vedi

Ewiva, a Carini si usa il Pos!