Evento alla Chiesa di S. Elia (Me)

Incontro alla Chiesa di Sant’Elia di Messina nell’ambito degli eventi in ricordo del Terremoto

Partecipata alla Chiesa di Sant’Elia di Messina la tavola rotonda  su Carità, Zelo, Provvidenza – Le virtu’ che segnarono le vite di Elena di Savoia, Don Orione e Padre Annibale. L’evento è stato inserito nel calendario del Comune di Messina, delle commemorazioni del 115esimo anniversario del Terremoto di Messina del 28 dicembre 1908.

A promuoverlo l’Istituto Nazionale Guardia d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon – delegazione provinciale di Messina –  presieduto dal dott. Giuseppe Mento col patrocinio del Comune di Messina, degli Ordini Dinastici Real Casa Savoia Vicariato per Messina e dell’Istituto del Nastro Azzurro fra Combattenti Decorati al Valor Militare, Federazione Provinciale di Messina.

A presentarlo in conferenza stampa l’avv. Silvana Paratore, la quale ha precisato come lo scopo dell’incontro è quello di rendere omaggio alla regina Elena di Savoia che, durante i 3 drammatici giorni trascorsi nella città dello Stretto nell’immediatezza del disastro, si prodigò a soccorrere le centinaia di persone che vagavano allucinate e ferite tra le macerie del sisma, di magnitudo XI della Scala Mercalli.

Allora dimostrò un’intensità di condivisione sul piano emotivo difficilmente eguagliabili, e anche Don Orione ed Padre Annibale, con la loro amicizia e con il loro servizio, hanno mostrato che la fraternità, premessa di ogni vera e duratura unità sociale, ha le sue radici nella superiore paternità di Dio, che i 2 santi hanno adorato nell’anima e amato nei fratelli.

Ad aprire la conferenza il Presidente dall’Istituto Nazionale Guardia d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon – delegazione provinciale di Messina  dott. Giuseppe Mento che, dopo l’ introduzione di rito, ha portato i saluti del dott. Ugo D’Atri, presidente nazionale dell’ Istituto Guardia d’ Onore alle Reali Tombe del Pantheon.

Incisiva la motivazione a supporto della scelta del titolo dell’ evento: Carità,  Zelo, Provvidenza virtù comuni a tutte e 3 le figure che si è voluto celebrare, ricordandone impegno e dedizione per Messina.

A seguire ha preso la parola l’assessore al Turismo ed alla Cultura del Comune di Messina prof. Vincenzo Caruso che ha ricordato il programma degli eventi commemorativi del 115esimo anniversario del terremoto del 1908. A seguire ha introdotto i lavori il Vescovo Ausiliare di Messina Mons. Cesare Di Pietro.

Interesse ha suscitato l’intervento di  Don Orazio Anastasi, segretario della Conferenza Italiana superiori Maggiori che ha relazionato su La Carità in Annibale Maria di Francia, tra attività educativa ed apostolato sociale affermando la figura di Annibale Maria Di Francia si inserisce profondamente nella storia e nella controstoria della nazione italiana, rappresentando una aurora di vita sullo sfondo di una delle tragedie più devastanti, quale fu il terremoto e maremoto di Messina del 1908.

L’amicizia con Don Orione ha aggiunto, darà luogo ad un forte Sodalizio di Carità in soccorso dei tanti bisogni che si presentano in una città devastata. Intense le riflessioni della sorella Antonella Carnazza che, dopo ogni intervento, ha espresso un pensiero relativo al periodo storico di riferimento.

A seguire ha preso la parola Don Felice Bruno, consigliere e segretario dell’Opera Don Orione, il quale ha evidenziato l’impegno di don Orione che, avendo appreso dell’immane tragedia del terremoto nello Stretto di Messina, si reca sui luoghi del terremoto per essere costruttore di speranza tra le macerie umane, spirituali e architettoniche.

Don Orione, in obbedienza al Papa per quasi 3 anni, mette a disposizione tutte le sue energie a servizio della ricostruzione delle persone, della città e della Diocesi.

A concludere la conferenza il presidente dell’Istituto del Nastro Azzurro fra Combattenti Decorati al Valor Militare – Federazione Provinciale di Messina prof. Biagio Ricciardi, che si è soffermato su Vita e Santità di Elena Regina d’Italia.

Presenti all’incontro il Consigliere comunale Giuseppe Schepis che lo scorso mese di novembre ha rappresentato la città al 150esimo anniversario della nascita della Regina Elena a Vicofonte; il lgt Giovanni Bonfiglio della Base Navale della Marina Militare di Messina; il primo lgt Leopoldo Vitello della Base navale della Marina Militare di Messina; il sergente maggiore aiutante Danilo Fasano della Brigata Meccanizzata Aosta.

Inoltre c’erano il Generale Giuseppe Briguglio pres. Associazione nazionale Ufficiali in congedo; il prof. Luigi Montalbano pres. Ass. Amici del Museo Franz Riccobono; la sorella Francesca Geria vice Ispettrice delle Crocerossine; la prof.ssa Daniela Pistorino Dirigente scolastico dell’ Istituto nautico Caio Duilio; Padre Giorgio Nalin Padre superiore generale Emerito dei Rogazionisti; Padre Mario Magro Rettore della Basilica di Sant’ Antonio; Padre Antonio Chiarilli della Parrocchia Santuario S. Maria Consolata Don Orione e Lillo Brigandì del Masci Messina 1 Il Faro. (Redazione)

vedi

Incontro alla Caserma Bonsignore