Esperienza multisensoriale dal 22 novembre

La facciata di Palazzo Belmonte Riso in corso Vittorio Emanuele

(Carmela Corso) Raccontare il cinema attraverso la musica e viceversa. È quanto promesso dagli ideatori di Seeyousound International Music Festival, il primo e unico festival cinematografico musicale in Italia – conosciuto e apprezzato in tutta Europa – che approda per la prima volta a Palermo, dal 22 al 24 novembre, in una location d’eccezione: il Polo museale d’arte moderna e contemporanea di Palazzo Belmonte Riso. Tre giorni di film, cortometraggi, videoclip e documentari, accompagnati da performance musicali dal vivo, sonorizzazioni, panel, produzioni multimediali e dj set. Due maxi schermi, un inedito allestimento interattivo e duecento posti a sedere per coinvolgere lo spettatore in un’esperienza multisensoriale di cinema e musica.

Al via giovedì 22 novembre dalle 18 con la conferenza di presentazione e, a seguire, dalle 19.30 la proiezione di “Gosh”, il videoclip di Jamie XX firmato da Romain Gavras, e  Liberation day”, il documentario di Morten Traavik che racconta la storia della prima rock band in assoluto della Corea del Nord. In serata, dalle 21.30, Michele Cinque, giovane regista classe ’84, protagonista di questa edizione del festival, presenterà “Jululu”, un cortometraggio sulla storia di un cantastorie che, dalle piantagioni di pomodoro del foggiano, partirà alla ricerca dell’anima del continente nero. Al termine del cortometraggio, la proiezione di “Berlino sinfonia di una grande città”, il film documentario sperimentale muto, datato 1927, dedicato alla quotidianità della metropoli tedesca diretto da Walter Ruttmann e sonorizzato dal vivo da Domenico Sciajno e Giovanni Corgiat, protagonista della performance musicale live in programma subito dopo.

Venerdì 23, appuntamento dalle 17, con il panel “How to make a doc music” a cura del regista Stephan Plank, fondatore dell’etichetta discografica Krautpop. Segue, dalle 19.30, “No reason”, il videoclip di Bonobo diretto Oscar Hudson. Dal presente al passato con il documentario “America Valhalla”, per la regia di Josh Homme e Andreas Neumann, che racconta la nascita di  ‘Post Pop Depression’, il diciassettesimo album in studio di Iggy Pop, padre e icona del genere punk statunitense. Passaggio di consegne con Ringo Star, protagonista del corto dello spagnolo Adrià Pagès Molina in programma alle 21.30. Seguirà, al termine, il documentario di Giuseppe Lanno sull’esperienza umana e musicale del siciliano Cesare Basile, “Il muro era caduto da poco”, accompagnato dall’esibizione musicale live dello stesso autore.

Sabato 24, in programma, dalle 17, il panel “Freak, antieroi e normalità” con l’introduzione di Silvia Clo Di Gregorio che spiegherà il ruolo del character design nei videoclip. Alle 19.30 sarà il turno di “Post requisite” di Flyng Lotus e “Sympathy for the devil”, il documentario di Jean-Luc Godard su uno dei capolavori targati Rolling Stones. Il video sarà introdotto dalle performance di Ypsigrock, festival di musica indie. Chiudono la manifestazione, “Shinigami” la graphic novel animata a cura di Bruno D’Elia, dalle 21.30; “Conny Plank – The potential of noise”, di Stephan Plank e Reto Caduff sulla scena musicale anni ‘60 e ’80 e, dalle 23.15, grande festa con il closing party con Daniele Celona, musicista torinese di origini sarde e siciliane, i Bangover Crew ambasciatori del sound siciliano e il dj set di Rills, dj e produttore torinese.

Lascia un commento