Diversity? Dà valore alle aziende

Simone Crolla

Il Comitato D&I di AmCham Italy – associazione senza scopo di lucro affiliata alla US Chamber of Commerce di Washington D.C. presenterà il 18 luglio alle ore 9:30 a Palazzo Moriggia a Milano il white paper su Il valore della Diversity & Inclusion per le aziende, che raccoglie best practice e iniziative per creare ambienti lavorativi più inclusivi e contribuire alla competitività del nostro sistema Paese.

Secondo il white paper, la Diversity, Equity & Inclusion è sempre più riconosciuta nel mondo corporate come elemento di successo: un ambiente aziendale che accoglie la pluralità assolve a un obbligo etico e acquisisce al contempo un vantaggio competitivo e strategico di lungo termine, poiché una leadership inclusiva valorizza meglio le esperienze, abilità e talenti di tutti i membri dell’impresa.

In Italia maggiore attenzione va rivolta all’occupazione giovanile e femminile, considerando che nel prossimo decennio 3,5 milioni di persone andranno in pensione.

L’evento si aprirà con i saluti introduttivi di Simone Crolla, Consigliere Delegato American Chamber of Commerce in Italy; Robert Needham, Consul General U.S. Consulate General in Milan; Mario Vanni, Capo Gabinetto Sindaco Comune di Milano.

Successivamente interverranno Stefania Radoccia, Tax & Law Managing EY e Presidente del Comitato Diversity & Inclusion American Chamber of Commerce in Italy, per presentare i risultati del white paper Il valore della Diversity & Inclusion per le aziende e Tanya Cole, Principal Commercial Officer U.S. Consulate General in Milan.

Infine prenderanno la parola, nella tavola rotonda, Elena Alberti, CFO & Managing Director PAG Italy; Laura Filippi, CEO ITW Italia; Marilena Gemmato Mollichella, EMEA Supply Chain Manager Boeing e Marco Mazza, D&I Leader IBM Italia e CEE, moderati da Doriana De Benedictis, D&I Leader EY.

Fortunatamente le cose stanno cambiando, – dichiara Simone Crolla, Consigliere Delegato American Chamber of Commerce in Italy – e principi come la diversità e l’inclusione sono diventati elementi imprescindibili nell’adozione delle politiche aziendali.

La profonda rivoluzione culturale globale avvenuta nel mondo lavorativo, su cui indubbiamente la pandemia ha avuto un effetto di accelerazione imprevisto, ha portato le persone a voler essere coinvolte e prese in considerazione; di conseguenza i principi di D&I diventano un must da non poter più sottovalutare, asset strategici su cui puntare per poter guardare al futuro”. (Redazione)

vedi

Winners 2023 Golden Vines