Distanza di sicurezza in giunta, Teatro Massimo chiuso

un particolare della facciata del Teatro Massimo

Chiude anche il Teatro Massimo, ovviamente non per sempre. O, almeno, si spera. È già successo. Per colpa della corruzione, quella che alligna nei palazzi del potere da tempo immemore.

In ottemperanza al decreto di contenimento dell’emergenza coronavirus, la direzione della fondazione lirica, la più importante istituzione culturale siciliana, ha comunicato la cancellazione di tutti gli spettacoli e di tutti gli incontri pubblici fino al 3 aprile 2020. Ma è possibile una proroga.

Tutto dipende infatti dall’evolversi della situazione. Inoltre, è stato disposto per venerdì 6 e sabato 7 marzo un intervento straordinario di sanificazione del teatro e degli uffici di piazza Aragonesi che, mentre si farà pulizia, rimarranno chiusi.

E, a proposito non di teatri ma di palazzi, il sindaco ha ufficialmente presentato i nuovi assessori che dovrebbero aiutarlo nel difficile compito di amministrare la capitale della Sicilia fino a fine mandato. Anche in questo caso il condizionale è d’obbligo.  Durante la cerimonia gli intervenuti hanno mantenuto le distanze. Non si sa mai. (Sergio Scialabba)

 

vedi

Dai, manteniamo le distanze

 

 

Lascia un commento