Di Piazza: “Fuori la violenza e chi la promuove”

ph Nathan Rogers on Unsplash

Una vittoria di misura, quella ottenuta dal Palermo sul campo del Marina di Ragusa. Vince anche la sua diretta inseguitrice Savoia sul campo del Marsala, ma anche i rosanero giocavano in trasferta e i suoi tre punti valgono oro. Diremmo Palermo avanti piano. Un passo per volta, dopo lo sprint di inizio campionato e le successive défaillance.

Intanto, proprio nel giorno della memoria delle vittime dell’Olocausto, quando l’allenatore Rosario Pergolizzi è stato oggetto di pesanti insulti via social, il vicepresidente del Palermo Tony Di Piazza, che gode di indubbio carisma, ha utilizzato Facebook per mandare a tutti questo messaggio: Il calcio deve essere un veicolo per unirci anche nelle diversità delle opinioni. Fuori la violenza e chi la promuove.

Si tratta di un concetto comprensibile a tutti che dal mondo del calcio può essere esteso a molti altri ambiti, compresi quello razzismo e della misoginia. Evidentemente, Di Piazza ha sentito il bisogno di esprimere parole di pace e di civiltà non solo in un giorno particolarmente indicato, ma anche perchè l’avventura della nuova società è appena cominciata e dire alcune cose subito è una scelta lungimirante.

Prossimo impegno è quello col Messina: la società ha comunicato che, per motivi tecnici, l’inizio della vendita dei biglietti, originariamente fissato per le ore 16 del 27, è stato posticipato a data ed orario da definire. (Sergio Scialabba)

 

vedi

Ci sono ancora margini per la corsa solitaria

 

 

Lascia un commento