Dal primo marzo accesso al Conciliaweb solo con Spid o Cie

ph Glenn Carstens-Peters on Unsplash

(Redazione) Dal primo marzo 2021 entra in vigore il nuovo regolamento per l’utilizzo di Conciliaweb, il servizio gratuito di conciliazione per le controversie con le società di telefonia, Internet o gestori di pay tv.

Tra le novità introdotte: presentazione delle istanze esclusivamente tramite Spid o Carta di Identità Elettronica, possibilità di farsi rappresentare da associazioni di consumatori o avvocati, fascicoli elettronici e accesso alle procedure da remoto.

Le modifiche al regolamento Conciliaweb dell’Agcom, l’Autorità Nazionale per le Garanzie nelle Comunicazioni, semplificano la gestione dei contenziosi online per disservizi, malfunzionamenti, errori di fatturazione, ritardi e rendono più efficiente il servizio.

Ecco in dettaglio cosa cambia:

Accesso alla piattaforma: dal primo marzo si accede al Conciliaweb esclusivamente attraverso Spid o Carta d’Identità ElettronicaPer i procedimenti già in corso si possono continuare ad utilizzare le credenziali in uso fino al 30 settembre.

Per presentare l’istanza gli utenti devono creare un proprio account dal quale possono seguire l’iter della pratica, consultare i procedimenti, interagire con il Corecom Sicilia, accedere ai propri fascicoli virtuali, partecipare alle virtual room attraverso appositi link.

Soggetti accreditati: oltre ai cittadini individuali, senza necessità di assistenza legale, adesso tra i soggetti accreditati ci sono anche le associazioni di consumatori, che hanno ricevuto mandato dall’utente-consumatore; gli avvocati, che hanno ricevuto mandato dal cliente-consumatore a presentare l’istanza.

Negoziazione diretta e istanze semplificate. Attraverso Conciliaweb, i cittadini possono negoziare direttamente fino al giorno precedente all’udienza di conciliazione, quando il responsabile dell’istruttoria formula una proposta. La piattaforma mette a disposizione una attestazione di accordo, tramite firma elettronica. L’udienza di conciliazione si svolge in videoconferenza tramite virtual room, in data e orario e modalità comunicate entro quindici giorni dall’istanza. Gli utenti deboli o sprovvisti di adeguata strumentazione informatica possono partecipare alla conciliazione dalla sede del Corecom Sicilia.

Il Conciliaweb è uno strumento di particolare importanza che consente un accesso diretto, veloce, immediato e soprattutto gratuito al sistema di risoluzione extragiudiziale delle controversie relative ai servizi di comunicazione elettronica – commenta la presidente del Corecom Sicilia, professoressa Maria Astone  Il nuovo meccanismo operativo, introdotto da Agcom, risponde a una esigenza di maggiore efficienza, nonché di maggiore sicurezza nel trattamento dei dati degli utenti, attraverso il ricorso allo Spid o alla carta di identità elettronica. Il Corecom Sicilia continuerà con l’impegno di sempre ad assicurare ai cittadini la massima assistenza nella definizione delle controversie attraverso mediatori esperti e sportelli dedicati”.

 

 

 

Lascia un commento